Droni Babcock per missioni avanzate in SpagnaEsteri News 

Droni Babcock per missioni avanzate in Spagna

Tempo di lettura: 2 minuti

Droni Babcock per missioni avanzate in Spagna, la società aerospaziale, della difesa e della sicurezza, è l’unico operatore in Spagna autorizzato a far volare droni commerciali di peso superiore a 25 chilogrammi in scenario VBLOS.

Grazie alla autorizzazione concessa da parte dell’agenzia spagnola per la sicurezza aerea (AESA), Babcock potrà utilizzare i suoi droni per missioni di volo avanzato per sicurezza o emergenza, trasportando fino a 5 chilogrammi di carico utile.

Droni Babcock autorizzati a volare in BVLOS

L’autorizzazione ottenuta sul territorio spagnolo saranno validi a breve anche in altri Stati europei, almeno così quanto dichiarato dalla stessa società, che ricordiamo è un fornitore leader di servizi di ingegneria complessi e critici che supportano la difesa nazionale, salvano vite umane e proteggono le comunità. Babcock si concentra principalmente su tre mercati: difesa, servizi di emergenza e nucleare civile. Offrono servizi essenziali e gestiscono risorse complesse nel Regno Unito e a livello internazionale.

I droni Babcock sono denominati LUA, offrono una autonomia di circa 4 ore, sono pronti al volo entro pochi minuti e sono stati progettati e costruiti per operare in tutte quelle situazioni di emergenza complesse, in particolare quelle che richiedono il trasporto urgente di materiale medico, come medicinali, sangue e sistemi defibrillatori.

Droni Babcock per missioni avanzate in Spagna

Questa importante autorizzazione ottenuta dai droni Babcock è il risultato di un lavoro durato diversi anni che ha coinvolto un intero team di ingegneri del comparto di ricerca e sviluppo di Babcock.

Jose Luis Saiz, Direttore R&D Babcock Spagna, ha dichiarato: “Con il permesso AESA ora in atto, siamo ansiosi di vedere come il nostro drone LUA aggiunge una nuova dimensione alla nostra risposta medica di emergenza nelle aree rurali o difficili da raggiungere, o durante inondazioni e condizioni meteorologiche estreme. Babcock continuerà a lavorare a stretto contatto con l’AESA per garantire la sicurezza di queste complesse operazioni”.

Insomma, una notizia molto positiva per il settore droni, che vede piano piano una crescita del suo mercato per scopi molto importanti, quali sono quelli dell’emergenza.

 

Articoli Correlati