Droni marittimi per controllare le attività di spedizioniEsteri News 

Droni marittimi per controllare le attività di spedizioni

Tempo di lettura: 2 minuti

L’azienda TEKEVER mira ad incrementare l’utilizzo dei droni marittimi per controllare attività di spedizioni. A questo scopo ha annunciato una collaborazione con il colosso mondiale delle spedizioni Scorpio.

Entrambe le azienda guardano a questo progetto come un’importante iniziativa che può avere interessanti vantaggi su più fronti.  TEKEVER, in particolare, vanta già clienti di rilievo legati alla pubblica amministrazione dell’Unione Europea. Principalmente ha offerto finora servizi di sorveglianza sui traffici di droga, su imbarcazioni inquinanti o sulla pesca illegale.

Vi abbiamo già raccontato in altri articoli di come l’utilizzo dei droni sia sempre più frequente in attività di controllo nei mari, leggete anche “Coste europee sorvegliate dai droni”.

Spedizioni con droni marittimi

Il progetto attuale è quindi quello di incentivare l’utilizzo dei droni marittimi per controllare le attività di spedizioni commerciali. Ecco quindi spiegata la scelta di Scorpio come partner per la sua realizzazione. Appare infatti fondamentale garantire una sorveglianza sicura e sostenibile delle navi che trasportano merce. I mezzi utilizzati per questo progetto possono volare fino a 20 ore ininterrottamente e dispongono di telecamere, radar e rilevatori cellulari.

I droni marittimi di TEKERVER sono già utilizzati dall’Agenzia europea per la sicurezza marittima e il Ministero degli interni del Regno Unito. Principalmente si occupano di raccolta dati e missioni di sorveglianza in generale. Il CEO Ricardo Mendes ha così commentato la partnership con Scorpio: “Il nostro scopo è offrire ai nostri clienti un servizio che sia semplice, efficace e che nasconda l’enorme complessità tecnica e operativa implicata in ciò che stiamo facendo. Abbiamo sviluppato l’intero stack tecnologico e costruito una capacità industriale scalabile per creare un servizio end-to-end che ridefinisca ciò che è possibile fare nella sorveglianza marittima. Siamo leader in Europa e siamo sulla buona strada per diventare i leader globali”.

Insomma anche nel caso dei droni marittimi l’obiettivo principale è garantire la sicurezza delle attività svolte in mare approfittando di una tecnologia decisamente all’avanguardia.

 

Articoli Correlati