Sei qui
Droni Piaggio P2HH all’Aeronautica Militare Esteri News 

Droni Piaggio P2HH all’Aeronautica Militare

Droni Piaggio P2HH all’Aeronautica Militare, ecco quanto sembrerebbe avvenire per salvare la Piaggio Aerospace di Villanova d’Albenga dai suoi problemi economici. Il tutto per una cifra di ben 766 milioni di euro, pari all’acquisto di venti droni in quindici anni.

Proprio qualche giorno fa, per la precisione lo scorso due maggio, il capo di stato maggiore Enzo Vecciarelli, coadiuvato dal colonnello Luca De Martinis e dal generale Giandomenico Taricco hanno riferito alla commissione speciale del Senato la questione dell’acquisto da parte dell’Aeronautica dei nuovi droni Piaggio P2HH, in riferimento al decreto del Ministero della Difesa Roberta Pinotti presentato in Parlamento lo scorso febbraio.

I droni Piaggio P2HH andrebbero a sostituire gli attuali droni Predator acquistati diversi anni fa dagli Stati Uniti e ormai obsoleti.

L’Italia è particolarmente interessata, con Leonardo, allo sviluppo di droni, infatti partecipa al progetto europeo di droni intelligence denominato “Male” acronimo di “Medium altitude long-endurance”. Per maggiori informazioni leggete il seguente post: “Accordo Europeo per Droni Intelligence”.

Riguardo i droni Piaggio, i vertici dell’Aeronautica sembra non li abbiano mai considerati con grande entusiasmo. I primi velivoli prodotti, nello specifico il P1HH e P180 sono sempre stati considerati velivoli poco performanti e dalle caratteristiche tecniche non rispondenti ad alti standard.

I droni Piaggio P2HH sembrano invece essere al “passo con i tempi”, difatti anche il capo di stato maggiore Enzo Vecciarelli li considera persino superiori ai droni del progetto “Male”.

Il programma di acquisto è da considerarsi di lungo respiro, come scritto prima, avrà una durata di ben 15 anni, pari ad un investimento annuo di 51 milioni di euro.

Ricordiamo che comunque i primi droni Piaggio P2HH saranno disponibili a partire dal 2022, con il rischio di ritrovarsi un drone magari già vecchio tecnologicamente rispetto ad altri prodotti di produzione Americana o Israeliana, due Paesi molto specializzati e all’avanguardia nel mercato droni.

Staremo a vedere….

 

Articoli Correlati