Autostrada per droni: il progetto della PugliaNews 

Autostrada per droni: il progetto della Puglia

Tempo di lettura: 2 minuti

Al prossimo “Drone beyond 2022” si parlerà della creazione di una sorta di autostrada per droni che collegherà Bari e Grottaglie. L’evento si terrà il 20 e 21 ottobre 2022 nell’area della Fiera del Levante a Bari. Si tratta di un convegno organizzato dal Distretto tecnologico aerospaziale (Dta) della Puglia, dal comune di Bari e dalla Regione. L’obiettivo è di incentivare la diffusione della mobilità aerea avanzata con droni sul territorio.

Vi abbiamo già parlato in altri articoli di come questo settore sia in una fase di grande fermento, leggete anche “Contributi Enac per la mobilità aerea avanzata”.

La Puglia sogna un’autostrada per droni

La realizzazione di questa sorta di autostrada per droni che colleghi Bari e Grottaglie è l’ulteriore conferma di quanto la mobilità aerea con droni sia di grade interesse. Finora le attività di ricerca avevano riguardato sia l’ambito urbano, in particolare la città di Bari, che quello extraurbano con l’aeroporto di Grottaglie. Nell’evento di ottobre si entrerà nel dettaglio delle sperimentazioni sull’impiego dei droni in diversi settori e campi di applicazione.

L’ipotesi della realizzazione di un’autostrada per droni intesa come un canale di collegamento per queste due importanti città permette di capire come i droni assumano un ruolo sempre più centrale. Il presidente del Dta, Giuseppe Acierno sottolinea infatti che “Per il mondo aerospaziale e per i cittadini si aprono nuove e interessanti prospettive di sviluppo nell’utilizzo di sistemi senza pilota a bordo (oggi droni, domani sistemi aerei autonomi) che interesseranno molti settori dell’attività umana”.

Trasporti con droni dunque ma anche spedizioni, controlli ambientali, monitoraggio e attività di sicurezza e intervento con droni sono il prossimo futuro. Ovviamente la creazione di spazi aerei preposti, una sorta di autostrada per droni, sarà indispensabile per il coordinamento di tutte queste attività.

Come sappiamo a livello burocratico e legislativo occorrerà intervenire con opportune direttive in modo che il settore della mobilità aerea con droni possa espandersi realmente.

 

Articoli Correlati