CNR: assegno di ricerca per droni agricoliNews 

CNR: assegno di ricerca per droni agricoli

Tempo di lettura: 2 minuti

Il CNR, Centro Nazionale delle Ricerche ha indetto una selezione pubblica per il conferimento di un assegno di ricerca per un progetto inerente i droni.

Nel dettaglio CNR rilascerà “Assegno di Ricerca Professionalizzante” per lo svolgimento di attività di ricerca inerenti l’Area Scientifica Scienze tecnologiche, ingegneristiche e dell’informazione da svolgersi presso l’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del CNR, Roma, che effettua ricerca nell’ambito dei programmi di ricerca “Agricoltura di precisione con robot autonomi per il monitoraggio attivo” (AGR-o-RAMA) e “Tecnologie digitali per l’agricoltura sostenibile” (E-CROPS) per la seguente tematica: “Controllo di sistemi multi-drone per il monitoraggio attivo”, sotto la responsabilità scientifica del Dott. Vito Trianni.

CNR: Programma di ricerca

Il progetto del CNR propone lo sviluppo di gruppi di droni autonomi per il monitoraggio di campi agricoli estesi, sfruttando pianificazione online e collaborazione tra droni per il monitoraggio attivo del campo (Leggete anche “Piattaforma online per flotte di droni”). Il monitoraggio attivo implica la possibilità per ogni drone di decidere dove muoversi e cosa osservare, sulla base di una stima del livello di interesse dell’area osservata. Ciò permette di ottenere dati ad alta risoluzione solo nelle aree di maggiore interesse, mentre zone meno rilevanti vengono osservate con minore accuratezza. Inoltre, la possibilità di osservare lo stesso punto di interesse da prospettive multiple ne permette una ricostruzione tridimensionale. L’obiettivo è fornire una mappa del campo a risoluzione multipla e in 3D, dove gli elementi di interesse possono essere opportunamente etichettati, ad esempio differenziando tra situazioni normali o patologiche.

Titolo di studio: Diploma di Laurea generica

Requisiti:

Curriculum di studi idoneo per il CNR allo svolgimento di attività di ricerca secondo le specifiche del bando

– Tutti i titoli conseguiti all’estero (diploma di laurea, dottorato ed eventuali altri titoli) dovranno essere, di norma, preventivamente riconosciuti in Italia secondo la legislazione vigente in materia (informazioni sul sito del Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica: www.miur.it). L’equivalenza dei predetti titoli conseguiti all’estero che non siano già stati riconosciuti in Italia con la prevista procedura formale predetta, verrà valutata, unicamente ai fini dell’ammissione del candidato alla presente selezione, dalla commissione giudicatrice costituita ai sensi dell’art. 6, comma 1 del Disciplinare;

– Esperienza nello studio e controllo di robot mobili e sistemi multi-robot;

– Esperienza nella programmazione in C/C++/Python;

– Comprovata esperienza nell’analisi dati;

– Buona conoscenza della lingua inglese sia scritta che orale;

– Conoscenza della lingua italiana (solo per i candidati stranieri).

Per maggiori informazioni accedete al sito del CNR.

 

Articoli Correlati