Sei qui
Drone dei Carabinieri trova Marijuana News 

Drone dei Carabinieri trova Marijuana

Drone dei Carabinieri trova Marijuana a Lecce, nella zona di Torre Rinalda. Incredibile ma vero, grazie all’utilizzo di un drone multirotore sono state identificate ben duemila piante di Marijuana in una masseria.

Non è la prima volta che trattiamo questo argomento sulle pagine di Drone Blog News, leggete anche “Drone della Polizia di Stato trova Marijuana”.

I fatti si riferiscono allo scorso mese di luglio 2018, dove i Carabinieri della Compagni di Lecce hanno svolto due azioni distinte con droni, la prima a Campo Panareo, con il ritrovamento di una piccola piantagione di 150 piante per poi passare a trovarne in una masseria ben 1740 piante. Ovviamente per entrambi i ritrovamenti è stato predisposto l’immediato sequestro delle aree e delle piante.

Drone dei Carabinieri trova Marijuana

Inoltre, i militari hanno provveduto anche al sequestro di tutte le attrezzature (bilancini di precisione, nastri isolanti, cellophane etc…) utilizzate dai malviventi per la preparazione e la successiva immissione della Marijuana nel commercio illecito.

I Carabinieri sono giunti al ritrovamento delle piantagioni grazie alla elevata crescita delle piante (che hanno raggiunto oltre tre metri di altezza) “sbucando” dal muro di cinta delle proprietà, nonostante la zona sia molto arida e priva di florida vegetazione.

La certezza e la conferma è arrivata poi dall’utilizzo di un drone che dall’alto ha filmato le piantagioni illegali. Durante il blitz sono state fermate due persone, i proprietari della masseria.

Tutta la Marijuana, su autorizzazione dell’Autorità Giudiziaria, è stata distrutta grazie ai Carabinieri della Forestale di Lecce e da una squadra di operai della Regione Puglia.

Insomma, il drone dei Carabinieri trova Marijuana è uno dei tanti casi di utilizzo di velivoli a pilotaggio remoto in operazioni di sicurezza in tante parti d’Italia.

Di seguito potete visionare il filmato originale realizzato dagli stessi Carabinieri durante il volo di perlustrazione dell’area incriminata che poi è stata sequestrata.

 

Articoli Correlati