Drone MALE europeoNews 

Drone MALE europeo: testato il P1HH

Tempo di lettura: 2 minuti

Drone MALE europeo: testato il P1HH. Notizia trapelata poche ore fa tramite un comunicato stampa della società Leonardo e Piaggio Aerospace.

Proprio qualche giorno fa abbiamo trattato l’argomento dei droni del progetto MALE e dei droni Piaggio. Per maggiori informazioni leggete anche il seguente articolo: “Droni Piaggio P2HH all’Aeronautica Militare”.

La notizia ufficializza il completamento della prima campagna di volo eseguita per la sperimentazione del controllo satellitare di un drone europeo di classe MALE (Medium Altitude Long Endurance), costruito per svolgere missioni di lunga durata a medie altitudini.

La sperimentazione – svolta con successo con il drone P1HH HammerHead – è servita per verificare la corretta integrazione di tutti i processi di sicurezza al fine di abilitare i droni a volare in sicurezza negli spazi aerei non segregati fuori dalla copertura radio, denominata come “BRLOS” (Beyond Radio Line Of Sight).

Il luogo di sperimentazione scelto per la verifica della tecnologia satellitare in diversi ambiti applicativi dual-use è stato lo scalo di Trapani Birgi.

Drone MALE europeo,

I voli effettuati si inseriscono in un più ampio progetto europeo denominato DeSIRE II, guidato da Telespazio (Leonardo 67%, Thales 33%) e promosso congiuntamente dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e dall’Agenzia Europea della Difesa (EDA) al fine di supportare i processi di standardizzazione e regolazione nel settore dei droni.

Come scritto poco prima, la sperimentazione del drone MALE europeo è servita per abilitare la sicurezza e verificare con accuratezza le performance del “BRLOS”.

Grazie a una rete di comunicazione bidirezionale sviluppata dalla società controllata da Leonardo, leader nei servizi spaziali, è stato possibile sia comunicare al P1HH le informazioni necessarie all’impiego del velivolo e dei suoi sensori e sistemi di bordo, sia trasmettere dal drone a terra i dati acquisiti in volo.

Il successo della sperimentazione conferma il posizionamento di Leonardo come key player nello sviluppo di capacità integrate, prodotti e servizi basati su droni grazie alle sue capacità di garantire i voli di sistemi unmanned anche in modalità BRLOS e rappresenta un passo avanti verso il futuro impiego di velivoli pilotati a distanza in supporto a missioni di pubblica utilità come monitoraggio ambientale, sorveglianza, gestione delle emergenze.

 

Articoli Correlati