Drone OstiaNews 

Drone Ostia: Enac apra una inchiesta come il Garante Privacy

Tempo di lettura: 2 minuti

Drone Ostia, una iniziativa poco seria, organizzata da incompetenti, l’Enac apra una inchiesta come ha già fatto il garante della Privacy. Per approfondimenti leggete “Garante Privacy: aperte tre istruttorie sull’utilizzo di droni”.

Drone Ostia per rilevare le temperature corporee dei bagnanti

“La vicenda del drone anti-Covid sulla spiaggia di Ostia dimostra l’approssimazione della gestione M5S del decimo municipio di Roma e della giunta regionale a firma Zingaretti: la termocamera di un piccolo drone non è in grado di distinguere adeguatamente la precisa temperatura del corpo umano, soprattutto se esposto al sole di questa estate bollente”. E’ quanto ha dichiarato Luciano Castro, esperto di droni, presidente dell’evento professionale “Roma Drone Conference” e candidato per il Popolo della Famiglia (PdF) al consiglio comunale di Roma e capolista al settimo municipio. Riguardo il drone per controllo temperature ad Ostia, leggete “Asl Roma 3: volo con drone per controllo temperature”.

“Si tratta con tutta evidenza di un’iniziativa poco seria sul piano tecnico ed applicativo, organizzata da persone non competenti in cerca di facile visibilità. Bene ha fatto il Garante della Privacy ad aprire un’istruttoria sull’iniziativa della Asl Roma 3 e altrettanto dovrebbe fare l’Ente Nazionale Aviazione Civile (ENAC), a cui è demandata anche la regolamentazione delle attività dei droni. Queste straordinarie macchine volanti sono particolarmente utili in molte missioni, dalle videoriprese al monitoraggio edilizio, dall’agricoltura alla protezione civile. Anche in ambito marino, i droni possono essere risolutivi per attività di ricerca e soccorso. Ma utilizzarli solo per avere facili titoli sui giornali fa un grosso danno ad un settore professionale ad elevata tecnologia e getta nel ridicolo organizzatori e sponsor politici”.

Asl Roma 3 volo con drone

 

Articoli Correlati