Droni negli Emirati ArabiEsteri News 

Droni negli Emirati Arabi per provocare pioggia

Tempo di lettura: 2 minuti

Droni negli Emirati Arabi per provocare pioggia: un progetto ambizioso che mira a risolvere uno dei problemi naturali più importanti di questo territorio. Infatti gli Emirati Arabi Uniti ricevono meno di 100 mm di pioggia all’anno e la stagione delle piogge ha una durata veramente limitata. La maggior parte dell’acqua utilizzata dall’emirato proviene da impianti di desalinizzazione con evidenti e importanti costi di realizzazione.

L’emirato ha quindi pensato di assumere ricercatori britannici dell’Università di Reading per richiedere loro di studiare come poter utilizzare i droni in grado di innescare cariche elettriche che possano di fatto causare pioggia. La dottoressa Keri Nicoll, professore associato che fa parte del team di ricercatori, ha dichiarato ad Arab News: “La nostra teoria e il lavoro di modellazione hanno dimostrato che caricare queste piccole goccioline può aumentare la probabilità che si fondano attraverso forze elettrostatiche. E alla fine aiutarli a diventare gocce di pioggia”.

Se il progetto di utilizzo di droni negli Emirati Arabi per provocare pioggia dovesse realmente essere funzionante di tratterebbe sicuramente di una grande opportunità per diversi territori che soffrono di scarsità idriche e si tratterebbe di un’ottima alternativa alla creazione di nuvole con sostanze chimiche come lo ioduro d’argento e il biossido di titanio già sperimentati in precedenza. Leggete anche “Il drone ombrello che ci ripara dalla pioggia”.

I droni utilizzati sarebbero dotati di strumenti utili all’emissione di cariche elettriche e sensori personalizzati, volerebbero a basse altitudini e fornirebbero una carica elettrica alle molecole d’aria incoraggiando così le precipitazioni.

I ricercatori non si sbilanciando ancora sulle possibilità di effettiva riuscita del progetto, va poi considerato che l’utilizzo di droni è solo uno dei nove programmi di studio sulla pioggia finanziati con 15 milioni di dollari dal Ministero degli Affari Esteri Presidenziali degli Emirati Arabi Uniti.

Vi abbiamo già parlato dell’importanza dell’utilizzo dei droni nel settore della meteorologia, leggete anche ma sicuramente questo progetto sarebbe assolutamente innovativo e potrebbe risultare una vera e propria ancora di salvezza per quei territori nei quali la scarsità idrica è una vera e propria piaga.

 

Articoli Correlati