I burritos arrivano dal cielo con i droni a DublinoEsteri News 

I burritos arrivano dal cielo con i droni a Dublino

Tempo di lettura: 2 minuti

L’azienda Manna Drone Delivery ha iniziato a consegnare con i suoi droni i burritos del famoso ristorante Boojum in alcune zone di Dublino.

Il progetto al momento è limitato al quartiere Blanchardstown, un’area che si rivolge a circa 100.000 famiglie. L’azienda ha quindi orgogliosamente confermato il via di questo importante progetto che prevede la collaborazione con questo famoso ristorante al fine di recapitare i suoi tipici piatti ai clienti della città irlandese. L’idea è quella poi di estendere lo stesso servizio all’intera città di Dublino, probabilmente anche integrando con altri prodotti alimentari di altri fornitori.

I burritos saranno quindi tra i primi prodotti alimentari ad essere recapitati tramite droni nella città di Dublino. Vi abbiamo però raccontato di altre iniziative similari promosse in differenti luoghi, leggete anche “Servizi delivery: a Livorno in scena i droni”.

Droni che consegnano i burritos

Certo l’idea che siano proprio i droni a consegnare i burritos lascia molti a bocca aperta. Si tratta tuttavia di un progetto che sta prendendo sempre più piede anche all’interno di altre realtà, non soltanto quelle della ristorazione.

Il drone è infatti sempre più di frequente visto come uno strumento ottimale per effettuare consegne e per trasportare merci. Manna Drone Delivery ha dichiarato di essere in grado di rifornire dalle 400 alle 1.000 persone ogni giorno grazie al dispiegamento dei suoi velivoli. La rapidità con la quale i droni possono raggiungere diverse destinazioni, anche le più isolate, è sicuramente uno degli aspetti più interessanti di questo business.

A seguito della diffusione della notizia che i burritos di Boojum, insieme a tutti gli altri suoi prodotti, potranno arrivare a casa trasportati da un drone, l’app Manna Drone Delivery ha raggiunto il primo posto di download nella sua categoria, sorpassando anche Just Eat e Deliveroo.

Ciò dimostra come questi servizi creino quantomeno curiosità nei consumatori finali. A livello burocratico, poi, si dovrà effettivamente vedere come i progetti si potranno estendere ad aree ben più ampie come un’intera città. Al momento, comunque, queste sperimentazioni non possono che essere utili per meglio analizzare il contributo reale che i droni potranno dare al settore del delivery, non solo di prodotti alimentari.

 

Leggi anche queste notizie