Parcheggi multipiano saranno futuri vertiporti per droniEsteri News 

Parcheggi multipiano saranno futuri vertiporti per droni

Tempo di lettura: 2 minuti

In Australia si pensa a sfruttare la presenza dei parcheggi multipiano per creare vertiporti necessari all’atterraggio dei droni taxi. Si tratta del progetto della Skyportz, azienda australiana che sviluppa infrastrutture per aerotaxi. L’idea è quella di contribuire allo sviluppo del settore della mobilità urbana con droni proprio a partire dalla creazione dei luoghi adatti al loro atterraggio e decollo.

Vi abbiamo già raccontato in altri articoli di come il settore del trasporto urbano con droni sia in forte fermento. Molte sono le aziende che hanno deciso di investire nella realizzazione di questi velivoli del futuro, leggete anche…

In questo caso, invece, la Skyportz ha deciso di concentrarsi proprio sui luoghi adatti al movimento dei droni taxi.

Dai parcheggi multipiano ai vertiporti per droni

Il progetto della Skyportz prevede l’utilizzo degli attuali parcheggi multipiano come future zone di atterraggio e decollo di droni taxi. Interessanti sono in particolare i parcheggi sotterranei i cui tetti sono costruiti per sostenere il peso delle auto, quindi sono sicuramente in grado di sostenere anche quello dei droni taxi.

Per arrivare al suo obiettivo, la Skyportz ha già stretto diversi accordi con molte aziende australiane che gestiscono parcheggi multipiano. L’ultimo accordo è stato siglato con la Secure Parking, di proprietà giapponese. Si sono così aggiunte ben 400 potenziali strutture adatte a divenire vertiporti.

I parcheggi multipiano scelti da Skyportz sono anche particolarmente utili in quanto si trovano in posizioni facilmente accessibili al pubblico. Vantaggio non da poco per incentivare lo sviluppo della mobilità aerea urbana qualora diventassero veri e propri vertiporti.

Al momento, quindi, la Skyportz vuole concentrare la sua attività sull’aspetto delle infrastrutture a sostegno della diffusione della presenza dei droni taxi. L’idea è anche quella di non andare a creare nuovi ambienti, ma, dove possibile, sfruttare soluzioni già presenti sul territorio. E’ il caso, appunto, dei parcheggi multipiano molto diffusi in Australia.

 

Articoli Correlati