Sei qui
Scenari standard Enac per operazioni critiche droni News Normativa Enac 

Scenari standard Enac per operazioni critiche droni

Enac ha emanato in data 17 maggio 2017 una nota informativa riguardo i cosiddetti scenari standard per le operazioni specializzate critiche effettuate con droni.

I nuovi scenari (da S01 a S07) sono stati pensati per semplificare l’attività di tutti gli operatori autorizzati che utilizzano i droni in ambito urbano ed extraurbano, importanti “aperture” normative sono state introdotte per l’utilizzo di droni in ambito cantieristico, stradale e ferroviario.

La nota informativa in questione, la NI-2017-007 del 17 maggio 2017, sarà presto integrata al regolamento tramite un apposito emendamento.

Gli scenari standard Enac si suddividono per fasce di massa operativa al decollo e per ambiente operativo, di seguito elenchiamo i dettagli:

  • S01 – impiego di APR di massa operativa al decollo minore o uguale a 2 kg che non possiedono le caratteristiche di inoffensività di cui all’art. 12 in area urbana;
  • S02 – impiego di APR di massa operativa al decollo maggiore di 2 kg e minore o uguale a 4 kg in area urbana;
  • S03 – impiego di APR di massa operativa al decollo maggiore di 4 kg e minore o uguale a 10 kg in area urbana;
  • S04 – impiego di APR di massa operativa al decollo minore o uguale a 4 kg che non possiedono le caratteristiche di inoffensività di cui all’art. 12 in area extraurbana su cantieri o infrastrutture lineari quali ad es. autostrade, elettrodotti, ferrovie, gasdotti;
  • S05 – impiego di APR di massa operativa al decollo maggiore di 4 kg e minore di 25 kg in area extraurbana su cantieri o infrastrutture lineari quali ad es. autostrade, elettrodotti, ferrovie, gasdotti;
  • S06 – impiego di APR di massa operativa al decollo minore o uguale a 4 kg che non possiedono le caratteristiche di inoffensività di cui all’art. 12 in area extraurbana per riprese televisive cinematografiche;
  • S07 – per impiego di APR di massa operativa al decollo maggiore di 4 kg e minore di 25 kg in area extraurbana per riprese televisive cinematografiche.

Tutti gli scenari standard Enac, non prevedono mai il sorvolo di persone nell’area delle operazioni tranne tutte quelle indispensabili all’operatività ed opportunamente addestrate allo scopo.

Un aspetto importante della nota informatica Enac NI-2017-007 è la possibilità di poter effettuare voli notturni con un VLOS ridotto rispetto alle operazioni effettuate di giorno.

Tutti gli operatori autorizzati agli scenari urbani S01, S02 e S03 riceveranno automaticamente l’abilitazione agli scenari extraurbani S04, S05, S06 e S07 in base alla classe di peso del drone.

Per visionare la nota informativa completa di Enac, cliccate qui.

 

Articoli Correlati