Attestati Open A2 scaduti, comunicato di ENACNews Normativa Enac 

Attestati Open A2 scaduti, comunicato di ENAC

Tempo di lettura: 2 minuti

Riguardo gli Attestati Open A2 scaduti, sul sito istituzionale di ENAC è comparso un breve comunicato che chiarisce le preoccupazioni di molti piloti di droni che hanno contattato in questi giorni la nostra redazione.

Attestati Open A2 scaduti, comunicato di ENAC sulle modalità di rinnovo

I Certificati di Competenza di Pilota Remoto per la sottocategoria OPEN A2 in scadenza, o già scaduti, possono essere rinnovati con un attestato rilasciato da un’Autorità per l’Aviazione di un qualsiasi Paese europeo.

In base al Regolamento 2019/947, infatti, tutti gli attestati relativi ai piloti remoti di UAS rilasciati successivamente alla data del 31 dicembre 2020 da una delle autorità nazionali sottoposte alla regolamentazione Easa, sono automaticamente riconosciuti come validi da tutte le altre autorità nazionali. Leggete anche “Esami Open A2 svolti all’estero: chiarimenti di Easa”.

Tuttavia, si evidenzia che il Certificato IT-STS, rilasciato da Enac per poter volare gli scenari standard nazionali, è associato numericamente al Certificato di Competenza di Pilota Remoto per la sottocategoria OPEN A2 rilasciato da Enac.

Nel caso in cui si intenda continuare ad operare secondo gli scenari standard italiani, al fine di dimostrare di essere in possesso delle autorizzazioni necessarie, si raccomanda pertanto di conservare anche il vecchio attestato OPEN A2 (comunque scaricabile dalla propria aerea riservata sul sito istituzionale Enac).

Qualora viceversa si scelga di rinnovare l’attestato OPEN A2 in Italia non sarà necessario portare con sé anche il precedente in quanto il documento sarà rinnovato mantenendo lo stesso codice alfanumerico.

Speriamo che questo comunicato possa dipanare dubbi…

Ultimo aggiornamento 2024-06-15 at 06:07 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Leggi anche queste notizie