Chemioterapici consegnati con droniEsteri News 

Chemioterapici consegnati con droni

Tempo di lettura: 2 minuti

Il Regno Unito sta sperimentando l’impiego di droni per consegnare farmaci chemioterapici verso le Isole di Wight grazie all’azienda Apian. La start up inglese è particolarmente attiva in molti progetti legati al trasporto di forniture mediche con droni. Se la sperimentazione dovesse concludersi con successo si tratterebbe del primo caso di consegne con droni di questo tipo di farmaci in queste zone.

Già in molti altri articoli vi abbiamo raccontato di come il trasporto con droni di medicinali sia in fase evolutiva, leggete anche “Farmaci a casa: in Grecia arrivano con i droni”.

Droni per recapitare chemioterapici

Il progetto di Apian per trasportare con droni chemioterapici alle Isole di Wight potrebbe essere veramente una svolta per questi territori. Infatti la loro posizione geografica rende particolarmente complicati i collegamenti che spesso necessitano anche di parecchio tempo. Per esempio nel caso delle forniture mediche le normali tempistiche prevedono attualmente almeno tre tipologie di mezzi impiegati, compreso il traghetto, per raggiungere le Isole di Wight da Portsmouth. Secondo Apian l’impiego dei droni ridurrebbe i tempi di consegna a circa 30 minuti.

Sicuramente quindi questo servizio potrebbe essere particolarmente utile per i malati di cancro che utilizzano chemioterapici. Uno degli aspetti da valutare con maggiore attenzione è anche quello relativo alla conservazione di questi medicinali. Occorre cioè capire se vibrazioni, altitudine o fluttuazioni di temperatura possono incidere negativamente sull’integrità dei prodotti.

Per poter effettuare le consegne di chemioterapici con droni si prevede l’utilizzo di missioni in finestre fisse stabilite delle autorità nei giorni feriali tra Portsmouth e Wight. Si tratterà quindi di un sistema organizzato, preciso e funzionale oltre che, ovviamente anche particolarmente ecologico. Apian si augura di poter estendere poi la consegna ad altri farmaci salvavita.

La consegna di chemioterapici con droni non è il primo progetto di questo tipo realizzato nel Regno Unito. Infatti sono già stati testati servizi similari per raggiungere le isole al largo della Scozia per esempio. Le autorità sperano di riuscire a creare un vero e proprio sistema capillare di consegne con droni che possa essere una svolta importante per queste zone più difficili da raggiungere.

 

Articoli Correlati