Consegna con droni: novità dalle pizzerie Domino'sEsteri News 

Consegna con droni: novità dalle pizzerie Domino’s

Tempo di lettura: 2 minuti

La famosa catena Domino’s rilancia con importanti novità la sua idea di consegna con droni delle sue pizze, già sperimentata nel 2016. In quell’anno, infatti, l’azienda aveva consegnato per la prima volta nella storia una pizza utilizzando un drone da uno dei suoi negozi in Nuova Zelanda. Oggi la catena insiste sul suo progetto cercando di migliorare ancora di più il servizio. Il drone utilizzato nel 2016 è oggi conservato in un museo di Auckland.

Vi abbiamo raccontato in molti altri articoli di come i droni siano sempre più spesso utilizzati per effettuare consegne, leggete anche “Droni cargo per servizi di consegna” e “Drone Cargo FlyingBasket FB3: primo volo in Europa”.

La pizzeria che consegna con droni

Domino’s è quindi decisa ad ampliare il suo progetto di consegna con droni delle sue pizze in Nuova Zelanda. Per questo ha stipulato un nuovo accordo con SkyDrop per migliorare il servizio apportando delle importanti modifiche proprio al mezzo che le effettuerà. In particolare si è lavorato sulla capacità di carico utile, portandola ad un massimo di 3,5 chilogrammi e sull’altitudine di volo portandola a 60 metri. Per garantire una maggiore sicurezza, il velivolo sarà dotato di un paracadute.

Mentre la SkyDrop si occupa quindi degli aspetti tecnici legati ai velivoli utilizzati, la Domino’s ha deciso di sperimentare non solo la consegna con droni, ma anche l’utilizzo di robot a terra per questo servizio a Houston. L’azienda è infatti fortemente convinta che questi servizi potrebbero realmente fare la differenze per i consumatori finali, incrementando quindi la richiesta dei suoi prodotti.

Nel progetto di consegna con droni voluto dalla Domino’s sarà fondamentale, ovviamente, anche l’intervento dei maggiori enti locali che dovranno supervisionare e autorizzare questo tipo di attività. Si tratta infatti di un servizio innovativo e accattivante ma la sicurezza è fondamentale considerando che le operazioni di volo verranno tutte svolte in ambiente urbano.

Vedremo i futuri sviluppi di questo progetto e come si diffonderà in altre parti del mondo.

 

Articoli Correlati