delta drone, droni agricoli,Esteri News 

Delta Drone: nuovo progetto per droni agricoli

Tempo di lettura: 2 minuti

L’importante azienda Delta Drone International (DLT) ha firmato un accordo con Corteva per l’impiego dei suoi droni nel settore agricolo. Il progetto unirà queste due importanti realtà del mondo dei droni per i prossimi otto mesi e permetterà di ottenere analisi approfondite dei campi.

Vi abbiamo già raccontato in un altro articolo di come l’azienda Corteva, leader nella produzione di sementi, si sia già interessata nel passato alle applicazioni dei droni in questo settore, leggete anche “Droni in agricoltura: un settore in espansione”.

Delta Drone e l’importanza dei droni agricoli

Delta Drone International si è aggiudicata questo importante progetto con Corteva grazie ai molti risultati già ottenuti negli ultimi anni nel settore dei droni agricoli. Nello specifico il progetto partirà il prossimo 1 ottobre e prevede l’impiego di droni e piloti appositamente formati per poter acquisire dati fondamentali sulle piante.

L’obietto principale è quello di avvalersi di questi dati per meglio comprendere come ottenere la massima resa dalle colture di mais, soia e girasoli. L’impiego quindi di queste tecnologie all’avanguardia sarà nuovamente al servizio della produttività ed efficienza del seminato, creando un importante vantaggio per l’agricoltore.

Il CEO di Delta Drone, Christopher Clark, ha dichiarato: “Ottenere i dati necessari per valutare la salute delle colture in modo tempestivo è stata storicamente una sfida per il settore agricolo. Con la nostra flotta di droni all’avanguardia specifici per l’agricoltura e piloti di droni specializzati nel volo in ambienti agricoli, possiamo ottenere in modo più accurato i dati e fornirli ai clienti molto più velocemente in modo che possano intraprendere azioni più efficaci per massimizzare i rendimenti”. Ancora una volta quindi le parole d’ordine sono efficienza, rapidità e accuratezza dei dati raccolti.

Pare che il contratto possa avere un valore che si aggira intorno ai 150.000 dollari e prevede l’analisi delle colture nella zona del Sudafrica. Un ulteriore esempio di applicazione dei droni in un settore che sarà sempre più protagonista nel futuro.

 

Articoli Correlati