Sei qui
Drone per consegnare prodotti alimentari in Islanda Esteri News Recensioni 

Drone per consegnare prodotti alimentari in Islanda

Drone per consegnare prodotti alimentari in Islanda, un progetto che ha preso il via proprio oggi per opera di due società islandesi: Flytrex, azienda di servizi tecnologici e AHA azienda che gestisce diversi siti online per la vendita di svariati prodotti di largo consumo, fra cui alimentari.

Entrambe le aziende, in un comunicato stampa, hanno annunciato il lancio ufficiale del servizio di consegna di prodotti alimentari e di consumo tramite l’utilizzo di un drone a Reykjavik, la capitale dell’Islanda.

Da specificare che non sarà un servizio “porta a porta”, quello per intenderci proposto da Amazon (Leggete anche “Amazon e le consegne con droni in trenta minuti” e “Consegne con droni, Amazon brevetta etichetta di spedizione”) ma sarà un servizio che raggiungerà soltanto zone specifiche di Reykjavík considerate aree di smistamento.

Il drone per consegnare prodotti alimentari in Islanda ha ricevuto l’approvazione di Icetra, acronimo di Icelandic Transport Authority, l’ente governativo che norma l’aviazione islandese, l’equivalente della nostra Enac italiana, il tutto dopo un meticoloso processo di regolamentazione.

L’utilizzo del drone (che dalle immagini e dai video rilasciati dalle due società sembra essere un esacottero Dji Matrice 600 PRO opportunamente allestito con un apposito contenitore) permetterà la consegna diretta tra le due parti della città, risparmiando energia e risorse umane rispetto agli standard di consegna finora utilizzati, oltre che ridurre ovviamente anche i tempi dei trasporti, snellendo fortemente la logistica.

Drone per consegnare prodotti alimentari in Islanda, Drone per consegnare prodotti alimentari,

Flytrex e AHA non vogliono certo fermarsi qui, dopo un periodo di test approfondito intendono ampliare il servizio e consegnare le merci utilizzando percorsi multipli fino ad arrivare al fatidico “porta a porta”.

In una intervista, Yariv Bash Ceo e co-fondatore di Flytrex ha dichiarato: “Siamo entusiasti di lavorare con AHA per rendere la consegna con i droni una realtà a Reykjavik e presto in tutto il mondo”.

L’unico fattore che riteniamo ora limitante è la normativa che regolamenta l’utilizzo dei droni, specialmente per quanto riguarda il trasporto di merci, ancora molto stringente e restrittiva. Ben vengano dunque queste iniziative approvate e regolari che potranno nel corso del tempo essere importanti “apripista” per la divulgazione di questa tecnologia anche in altri Paesi.

Di seguito i video di presentazione dell’iniziativa.

 

 

Articoli Correlati