Sei qui
Droni insetto alimentati con un laser speciale Esteri News 

Droni insetto alimentati con un laser speciale

Droni insetto alimentati con un laser, sembra fantasia ma in realtà non lo è. Da diverso tempo si parla di piccoli droni insetto, diverse strutture universitarie ed aziende stanno tentando l’utilizzo di minuscoli droni nei settori più disparati. Ne è esempio concreto il drone per impollinazione, per maggiori informazioni e approfondimenti leggete il seguente articolo: “Droni per impollinare le piante ed i fiori”.

L’Università di Washington sembra andare oltre il concetto di microdroni, infatti in un recente video pubblicato su Youtube è stato presentato una sorta di drone insetto alimentato con un laser! I piccoli droni, anzi minuscoli, hanno sempre avuto il problema di sollevare la batteria che permetteva a loro di volare. Ora il team di ricercatoti americani è riuscito a trovare una soluzione al problema della gestione dell’energia elettrica, trasmettendola attraverso un fascio laser, ovviando così alla necessità di utilizzare la classica batteria.

I droni alimentati con un laser sono stati denominati “Robofly” e verranno presentati alla Conferenza Internazionale sulla Robotica e l’Automazione, che si svolgerà dal 21 al 25 maggio 2018 a Brisbane, in Australia.

“Prima d’ora, il concetto di robot volanti a dimensione di insetti wireless era fantascientifico”  ha detto il coautore e assistente professore Sawyer Fuller in una dichiarazione, continuando poi con: “Saremmo mai in grado di farli funzionare senza bisogno di un cavo? Il nostro nuovo wireless RoboFly mostra che sono molto più vicini alla nostra vita reale”.

Droni insetto alimentati con un laser

I minuscoli droni sono alimentati da uno stretto raggio laser invisibile puntato su una cella fotovoltaica di bordo, che trasforma l’energia luminosa in elettricità. Tuttavia, non è abbastanza per alimentare le ali, quindi il team ha aggiunto un circuito che aumenta la potenza da sette volt a 240 volt. Ma ancora meglio, i ricercatori sono stati in grado di aggiungere un microcontroller sullo stesso circuito.

“Il microcontroller agisce come un vero cervello di mosca che dice ai muscoli delle ali quando sbattere”, ha detto il co-autore Vikram Iyer.

Insomma davvero una tecnologia impensabile fino a poco tempo fa, in grado di aprire molti scenari nel prossimo futuro.

Per finire vi consigliamo di visionare il video dei droni insetto alimentati con un laser pubblicato direttamente dall’Università di Washington.

 

Articoli Correlati