Droni per rilevare rifiutiNews 

Droni per rilevare rifiuti di plastica

Tempo di lettura: 2 minuti

In California un team di scienziati ha iniziato ad utilizzare i droni per rilevare rifiuti di plastica lungo le rive dei corsi d’acqua.

Molti sono gli ambiti di applicazione dei droni legati alla tutela dell’ambiente, quali il monitoraggio dei raccolti, la difesa delle specie in via di estinzione, la gestione di situazioni di emergenza legate a calamità naturali e altro ancora; in questo caso si tratta di un impiego strettamente legato alla riduzione dell’inquinamento.

Nell’area di San Francisco si è pensato di utilizzare questi strumenti per poter individuare in modo preciso e rapido eventuali rifiuti di plastica presenti sulle coste in modo da poterli eliminare facilmente. Leggete anche “Il drone acquatico mangia rifiuti si chiama Wasteshark” e “Droni nella terra dei fuochi sequestrano rifiuti”.

I droni infatti sono in grado di catturare immagini chiare durante i loro voli e gli appositi software applicati riescono ad elaborare tali immagini individuando i rifiuti più pericolosi presenti sulle coste. I pezzi di plastica potranno quindi essere raccolti e gettati prima che possano entrare in acqua, impendendo quindi che raggiungano l’oceano.

L’obiettivo dell’utilizzo dei droni per rilevare rifiuti è senza dubbio quello di poter intervenire in maniera tempestiva in modo da limitare l’impatto ambientale e l’inquinamento dovuto all’abbandono di materiali nocivi. Rispetto alle classiche ispezioni con personale umano, i droni permettono di coprire aree più vaste in tempi più ridotti, portando ad un risparmio di tempo e risorse economiche da parte delle amministrazioni locali.

Il drone permette poi di ripetere le ispezioni di un dato territorio anche più volte e non solo una o due volte all’anno come accadeva con l’impiego di personale umano, ottenendo quindi un quadro molto preciso sull’andamento del fenomeno.

Anche in altre parti del modo si è pensato di sfruttare la tecnologia dei droni per identificare rifiuti lungo le spiagge, come già vi abbiamo raccontato nel seguente articolo…. e molte associazioni ambientaliste e amministrazioni locali se ne avvalgono anche per mappare discariche e calcolarne le capacità residue o verificare le immissioni illegali di rifiuti industriali. Leggete anche “Droni contro le plastiche in mare” e “Droni contro l’abbandono dei rifiuti”.

Si prospetta che il ruolo dei droni nella difesa e tutela dell’ambiente non potrà che essere sempre maggiore nel prossimo futuro.

 

Articoli Correlati