Esercitazione droni sulle spiagge di BariNews 

Esercitazione droni sulle spiagge di Bari

Tempo di lettura: 2 minuti

Esercitazione droni sulle spiagge di Bari, una interessante iniziativa che si svolgerà in questi giorni grazie al Distretto Tecnologico Aerospaziale (DTA) e il Comune di Bari.

Esercitazione droni: monitoraggio avanzato delle spiagge

L’esercitazione si svolgerà lungo la spiaggia di Torre Quetta in presenza dell’assessore all’Innovazione tecnologica Eugenio Di Sciascio, l’iniziativa rientra nell’ambito del progetto di utilizzo dei droni per la sorveglianza delle spiagge. Come abbiamo già scritto più volte, l’utilizzo di droni in Puglia è molto attivo, per approfondimenti leggete anche “Aeroporto di Grottaglie: droni e aerospazio in Puglia” e “Distribuzione vaccino Covid 19 con droni in Puglia”.

L’esercitazione verrà svolta anche grazie alla collaborazione della Polizia Locale della città di Bari che ha coadiuvato il Distretto Tecnologico Aerospaziale in tutta l’organizzazione, affinchè il tutto avvenga in totale sicurezza.

La dimostrazione intende dare evidenza pubblica del ruolo e dell’impegno del DTA e del Comune di Bari nella realizzazione del programma Bari Smart City integrando l’uso di droni professionali in determinate attività di monitoraggio e sorveglianza. La città di Bari infatti intende mettere a disposizione spazi urbani e opportunità di sperimentazione di servizi realizzati tramite l’impiego di droni e di servizi spaziali.

Questi obiettivi sono attualmente perseguiti tramite i progetti SAPERE (coordinatore DTA, cofinanziatore Regione Puglia) e Casa delle Tecnologie di Bari (coordinatore Comune di Bari, co-finanziato MISE).

Le esercitazioni droni di questi giorni hanno permesso a DTA e alla Polizia locale di studiare il contesto operativo, le regole di pertinenza, le limitazioni applicabili dovute alla presenza di persone a terra e alle caratteristiche dello spazio aereo nell’area di riferimento e, soprattutto, le possibilità operative di un drone, di massa al decollo di 10 kg, in grado di offrire una permanenza in volo di circa 50 minuti ed equipaggiato con sensori avanzati.

Una iniziativa che evolverà molto nel prossimo futuro in molte altre zone del nostro Paese.

 

Articoli Correlati