Olimpiadi Parigi 2024: laser anti drone in azioneEsteri News 

Olimpiadi Parigi 2024: laser anti drone in azione

Tempo di lettura: 2 minuti

Olimpiadi Parigi 2024: l’esercito francese ha completato la sperimentazione di un laser anti drone da utilizzare durante la manifestazione sportiva. L’idea è quella di avvalersi di questo strumento in grado di intervenire in caso di utilizzo di droni soprattutto per attività terroristiche.

Olimpiadi Parigi 2024 protette contro i droni

Il timore delle forze dell’ordine francesi è che i droni possano essere utilizzati durante le prossime Olimpiadi di Parigi per effettuare riprese illegalmente, mettendo a rischio l’incolumità del pubblico e degli atleti. Il timore maggiore è, tuttavia, che i droni possano essere impiegati per attacchi terroristici.

In risposta a questi timori è iniziata quindi la sperimentazione di questo laser ad alta energia. Si tratta di fatto di un cannone laser in grado di neutralizzare un drone anche a distanza di un chilometro. Il sistema di rilevamento ha una capacità di tre chilometri, quindi una volta individuato il drone, potrà successivamente essere neutralizzato se ritenuto minaccioso.

Il sistema laser potrebbe essere attivato anche prima delle Olimpiadi di Parigi, in particolare durante la Coppa del mondo di rugby nell’autunno del 2023 in modo da testarne l’utilità e le funzionalità.

Tempo fa vi abbiamo raccontato dell’abbattimento di un drone mentre sorvolava una manifestazione sportiva sopra ad uno stadio, leggete anche “Droni spia: la fobia colpisce anche il calcio”.

Ovviamente le preoccupazioni dell’esercito francese sono decisamente attuali vista la complicata situazione internazionale.  Per questo motivo gli investimenti sulle misure anti drone sono aumentati. L’obiettivo è quindi quello di riuscire a garantire uno svolgimento in tutta sicurezza delle Olimpiadi di Parigi, sia per gli atleti che per il pubblico.

Secondo lo sviluppatore, il laser HELMA-P è unico nel suo genere; solo gli Stati Uniti e Israele possiedono delle tecnologie simili. Il progetto prevede anche la realizzazione di un cannone a microonde la cui intensità sarebbe in grado di neutralizzare i droni a distanza. Quest’ultimo strumento potrebbe essere particolarmente utile in caso di attacco di sciami di droni.

 

Articoli Correlati