Pix4DNews 

Pix4D e droni per mappare Panama

Tempo di lettura: 2 minuti

Pix4D e droni per mappare Panama e le sue isole: un importante progetto in aiuto alle popolazioni del territorio costrette a migrare. Purtroppo infatti a causa del cambiamento climatico, alcune isole di Panama sono a rischio sommersione e di conseguenza le popolazioni residenti hanno la necessità di migrare in zone più sicure.

Il rapido innalzamento del mare, gli eventi meteorologici estremi e imprevedibili e al tempo stesso la sovrappopolazione di alcune zone, sono i problemi principali che queste isole dai paesaggi paradisiaci sono costrette ad affrontare negli ultimi anni. Ecco quindi che molti residenti vedono nel trasferimento l’unica via di uscita.

Ovviamente però, ricollocare un’intera popolazione indigena non è per nulla semplice, soprattutto a causa del fortissimo legame con la terra in cui risiede. Grazie però all’utilizzo dei droni la società Panama Flying Labs ha iniziato un lavoro di analisi del territorio molto accurato necessario per meglio individuare la destinazione di questa popolazione e riuscire quindi a gestire al meglio la migrazione.

La Flying Labs ha infatti deciso di utilizzare i suoi droni per mappare in modo rapido ma accurato la terra disponibile per la creazione di nuovi villaggi, riuscendo anche a valutare lo stato attuale delle isole maggiormente popolate.

Vi abbiamo già parlato in altri articoli di questo ruolo di indagine territoriale svolto dai droni, leggete anche “Mappatura 3d con droni dei parchi europei”.

Il progetto si è realizzato in collaborazione con il Comitato Gardi Sugdub che si è occupato in particolare dei rapporti con la popolazione locale, mentre la società svizzera Pix4D ha contribuito con le sue conoscenze tecniche che hanno permesso la realizzazione di mappe specifiche che sono poi state spiegate nel dettaglio alla popolazione.

Questo approccio nei confronti dei locali è particolarmente importante: in altri casi analoghi si è infatti assistita ad una sorta di migrazione forzata nella quale la popolazione è stata costretta a subire il cambiamento senza nessuna spiegazione. Il fatto invece di rendere pienamente consapevoli i residenti della situazione spiegando nel dettaglio il tutto, avrà sicuramente un impatto migliore sulla gente del posto.

Purtroppo casi similari si potranno verificare spesso in futuro anche in altre parti del mondo, ma un progetto consapevole di monitoraggio e mappatura attraverso l’ausilio di droni e di strumenti informatici come quelli gestiti da Pix4D, si potranno ottenere le giuste informazioni da spiegare alla popolazione in modo da renderla partecipe fin da subito dei piani di migrazione necessari a tutelarne la vita.

 

Articoli Correlati