Rischio incendi: drone per trovare campeggiatori abusiviNews 

Rischio incendi: drone per trovare campeggiatori abusivi

Tempo di lettura: 2 minuti

Rischio incendi, drone per trovare campeggiatori abusivi a Sassari. Il tema degli incendi e quanto mai di attualità, purtroppo, in questo periodo.

Rischio incendi: il drone come soluzione innovativa alla prevenzione

Diverse regioni d’Italia sono attanagliate nella morsa degli incendi, una fra tutte la Sardegna, ecco perchè la Polizia Locale del comune di Sassari si è dotata di un drone così da poter monitorare ampi spazi di territorio, al fine di identificare eventuali situazioni di rischio incendi. Per approfondimenti leggete anche “Prevenzione degli incendi con droni” e “Lotta agli incendi in Sicilia, in campo 90 droni”.

In questo ultimo fine settimana la polizia locale ha svolto diversi pattugliamenti e monitoraggi sulle spiagge, ma soprattutto in tutte quelle zone a rischio incendi, quali campeggi e tutte le loro aree circostanti. Il sorvolo del drone ha di fatto identificato una quindicina di accampamenti in zone non autorizzate nella pineta di Porto Ferro, una zona a rischio incendi ed oltretutto non facilmente raggiungibile da mezzi di terra, dunque l’innesco di potenziali incendi potrebbe creare situazioni di difficile gestione.

Dall’alto sono state viste automobili, tende e camper in sosta non autorizzata perchè avrebbero ostacolato i mezzi di soccorso in caso di emergenza. Inoltre questi accampamenti non sono dotati delle obbligatorie infrastrutture per lo scarico delle acque e tutti quegli accorgimenti di sicurezza.

Questa operazione della Polizia locale contro il rischio incendi –  come scritto poco più sopra – è durata per tutto il weekend, elevando ben settanta sanzioni!

I controlli con il drone, proseguiranno per tutta la stagione estiva, quella più a rischio, dove appunto si ha una presenza elevata di turisti in tutto il territorio del sassarese. Oltre al drone, i controlli verranno effettuati anche a terra, con agenti in borghese al fine di tutelare il patrimonio demaniale, evitando furti di conchiglie e manufatti, oltre che aumentare il decoro delle spiagge cercando di limitare il più possibile l’abbandono di rifiuti sulle spiagge.

 

Articoli Correlati