Risorse forestali: censimento con droni in FriuliNews 

Risorse forestali: censimento con droni in Friuli

Tempo di lettura: 2 minuti

In alto Friuli è partito un progetto per la realizzazione del censimento delle risorse forestali della zona attraverso l’impiego dei droni. L’iniziativa è stata denominata PriForMan e si attuerà tra Carnia e Tarvisiano. L’obiettivo è quello di incentivare l’utilizzo del legno locale proveniente soprattutto dalle piccole proprietà del territorio. Ottenendo un inventario chiaro delle disponibilità di tali risorse si potrebbe quindi migliorarne lo sfruttamento.

Vi abbiamo già raccontato in altri articoli di droni utilizzati per rilievi volti ad ottenere dati utili per censimenti o per attività catastali, leggete anche “Mappatura 3d con droni dei parchi europei”.

I droni censiscono le risorse forestali in Friuli

Il progetto di censimento delle risorse forestali PriForMan vuole essere particolarmente di aiuto ai piccoli proprietari locali. Infatti si stima che nella zona tra Carnia e Tarvisiano le utilizzazioni boschive siano di 200.000 mc annui contro un volume di crescita di 1.000.000 di mc. Questo sfruttamento così limitato è sicuramente dovuto dal fatto che il 56% dei boschi sono di proprietà privata. L’idea è quindi quella di riuscire, dati alla mano, a strutturare queste imprese locali per sfruttare il legno del territorio non solo a livello locale ma anche regionale, nazionale e internazionale.

Carlo Piemonte, presidente della cooperativa Legno Servizi di Tolmezzo e direttore del Cluster Legno Fvg, crede particolarmente nel progetto. Infatti ha dichiarato: ” Il rilievo con i droni per l’inventariazione digitale delle risorse forestali potrebbe rappresentare uno strumento utile allo sviluppo di sistemi di supporto alle decisioni (Ssd) così da garantire i singoli proprietari e favorire una gestione condivisa delle proprietà stesse da parte di un soggetto terzo. Stiamo facendo i rilevi coi droni e poi sul campo per verificare i dati, sperimentandone la valenza”.

Sicuramente l’impiego dei droni per censire le risorse forestali faciliterà una miglior conoscenza del territorio. Sarà così possibile pianificare meglio l’utilizzo di queste risorse. Grazie a questi dati si potrà quindi anche meglio organizzare le procedure di taglio e utilizzazione del legname, ottenendo sicuramente un vantaggio economico non indifferente.

 

Articoli Correlati