D-Flight partecipa al Mediterranean Aerospace MatchingEventi News 

D-Flight partecipa al Mediterranean Aerospace Matching

Tempo di lettura: 2 minuti

D-Flight partecipa alla prima edizione dell’evento internazionale “Mediterranean Aerospace Matching” (MAM 2021) presso l’aeroporto di Grottaglie dal 22 al 24 settembre 2021.

L’evento, organizzato dal Distretto Tecnologico Aerospaziale (DTA) e dalla Regione Puglia, pone al centro dell’attenzione il ruolo delle startup e delle PMI innovative impegnate in particolare nell’Advanced Air Mobility, con diversi focus sulle tecnologie dedicate sia al controllo e alla gestione dello spazio aereo applicato ai mezzi a pilotaggio remoto che all’innovazione in campo aerospaziale. Leggete anche “Mediterranean Aerospace Matching: droni a Grottaglie”.

D-Flight partecipa al Mediterranean Aerospace Matching

D-Flight prende parte alla manifestazione presentando i servizi della propria piattaforma con particolare riferimento al processo di realizzazione dello U-Space in Italia, la porzione di spazio aereo dedicata ai velivoli a pilotaggio remoto.

Prevediamo di lanciare in modalità sperimentale le prime porzioni di U-Space entro l’inizio del 2022 – dichiara il Responsabile “Business System Integration” di D-Flight, Cristiano Baldoni – siamo pronti a fornire i servizi iniziali di U-Space concentrandoci sui principali fattori abilitanti per l’aumento della geo consapevolezza negli spazi aerei dedicati. Saranno rilasciati gradualmente, oltre ai servizi previsti dalla road map europea, una serie di tool in grado di supportare gli utenti con soluzioni facili e a basso costo, come l’APP di tracciamento D-Flight e le UTM Box fisiche, proprio in utilizzo nelle demo di questi giorni a Grottaglie, in grado di determinare la Compliance con la nostra piattaforma per un tracciamento del volo completo ed efficace.

D-Flight partecipa al Mediterranean Aerospace Matching

Lo sviluppo e il coordinamento tra Air Traffic Management e Unmanned Traffic Management rappresenta una delle scommesse più impegnative per la realizzazione dello U-Space in Italia, nel proprio intervento, Cristiano Baldoni, ha spiegato come le prerogative di integrazione dei traffici abbiano dato vita alla nascita del Service Desk D-Flight, una sala operativa presso il Centro di controllo d’Area di ENAV a Roma, in grado di supportare le attività di coordinamento real-time tra ATM e U-Space, per monitorare e tracciare il traffico di droni attivo nello spazio aereo controllato convenzionale.

 

Articoli Correlati