Sei qui
Dji Aeroscope nuovo sistema di monitoraggio droni Esteri News Normativa Enac 

Dji Aeroscope nuovo sistema di monitoraggio droni

Dji Aeroscope nuovo sistema di monitoraggio droni, presentato proprio oggi a Bruxelles in Belgio.

Dji ha organizzato una dimostrazione pratica del nuovo sistema destinato principalmente a dare una risposta concreta ai problemi legati alla sicurezza e privacy dovuti ad un uso illecito di aeromobili a pilotaggio remoto.

Ma cos’è di preciso  Dji Aeroscope? E’ sostanzialmente una sorta di particolare ed avanzato ricevitore in grado di intercettare la presenza di un drone non appena viene acceso. E’ disponibile in apposite valigette termoformate, così da poter allestire sistemi di monitoraggio in pochi minuti.

Aeroscope utilizza la stessa frequenza che viene utilizzata per pilotare il drone oggetto di identificazione, captando così i suoi dati telemetrici, ossia posizione, altitudine, velocità e traiettoria di volo, che aiuteranno le autorità ad identificare il proprietario del velivolo.

L’utilizzo di Dji Aeroscope da parte delle forze di Polizia servirà a controllare gli utilizzi illeciti, almeno così pare. Serviranno sicuramente ulteriori approfondimenti per comprendere meglio le funzionalità di questo nuovo sistema di monitoraggio droni.

Attualmente il sistema di monitoraggio droni Dji Aeroscope funziona con tutti i droni prodotti dal colosso cinese, i quali rappresentano oltre il 70% di tutti gli aeromobili attualmente in circolazione.

L’obiettivo di Dji, rilasciando Aeroscope, è quello di evitare l’utilizzo di sistemi tipo transponder, fornendo una maggior privacy e libertà agli utilizzi leciti. Così Brendan Schulman, Vice Presidente degli Affari Legali di Dji: “La nostra è quella di condividere questo sistema con gli altri produttori e arrivare a mettere a punto uno standard di mercato che rilevi tutti i droni dei dintorni secondo i principi di questo Aeroscope”.

Insomma non ci resta che aspettare, e capire meglio le evoluzioni normative di un mercato ancora molto giovane e a tratti disorientato, soprattutto da politiche normative poco chiare e confuse. Precisiamo che Dji Aeroscope non sarà comunque attivo fino a quando non lo richiederanno i regolamenti o le normative.

Ecco di seguito un nuovo estratto delle dichiarazioni di Brendan Schulman che meglio identificano gli obiettivi del leader mondiale della produzione di droni: “I droni sono diventati uno strumento per uso commerciale e ricreativo che fa ormai parte della nostra quotidianità e le autorità vogliono essere sicure di poter identificare coloro che volano in prossimità di aree sensibili o in maniera da sollevare preoccupazioni…. Dji AeroScope nasce in risposta a queste esigenze e si basa su una tecnologia semplice, affidabile e conveniente”.

Di seguito alcuni link di approfondimento pubblicati sul nostro blog:

 

Articoli Correlati