Drone marinoEsteri News 

Drone marino a supporto dei Marines

Tempo di lettura: 2 minuti

Recentemente la US Navy ha sperimentato l’utilizzo di un nuovo drone marino a supporto delle attività di bonifica di mine e altre operazioni speciali. Il modello denominato ADARO è stato prodotto dall’azienda SeaLandAire e misura circa 90 cm per un peso approssimativo di 9 kg e una capacità di carico modulabile. Grazie alle sue dimensioni ridotte è quindi facilmente trasportabile anche da una sola persona.

Il drone marino è stato progettato per essere impiegato principalmente in attività di bonifica delle mine, ma anche nelle operazioni dei Marines e delle Forze Speciali legate al controllo del territorio e alla ricognizione di spiagge e porti.

Grazie alla propulsione ibrida ADARO può essere all’occorrenza particolarmente silenzioso grazie all’alimentazione elettrica, oppure può aumentare significativamente la durata della missione se alimentato a carburante. Leggete anche “Il drone Sand cofinanziato da Regione Toscana”.

Il drone marino ADARO è progettato con un’architettura modulare per facilitare la riparazione sul campo e può cambiare payload con grande rapidità. Anche il software e l’hardware sono progettati per ottenere un impiego più semplice. Il sistema è configurabile e dispiegabile nel giro di pochi minuti e si può decidere di farlo operare in maniera completamente autonoma o attraverso un controllo manuale.

Grazie alla possibilità di trasportare differenti payload, questo drone marino può essere equipaggiato con molteplici sensori per estendere la copertura ISR (Intelligence, Surveillance, Reconnaissance), oppure supportare il targeting da una distanza di sicurezza, specialmente nelle aree più pesantemente difese dal nemico. Si pensa possa essere anche molto utile nell’individuazione dei sistemi difensivi avversari e potrebbe diventare addirittura un “drone suicida” una volta caricato con payload esplosivi.

Il progetto del drone marino della US Navy è stato reso noto attraverso un’esercitazione condotta dal 19 al 26 aprile 2021 al largo della California. Sono state pubblicate alcune immagini delle attività nelle quali è stato possibile individuare oltre all’impiego del drone ADARO anche quello di numerosi altri droni utilizzati principalmente per neutralizzare mine in acque basse ma anche profonde e di alianti sottomarini. Molti modelli non sono invece stati identificati pubblicamente.

Per ulteriori approfondimenti leggete “Droni per le squadre speciali della Polizia”.

 

Articoli Correlati