Droni del soccorso alpino per cercare dispersi in montagna, droni del soccorso alpino, droni soccorso alpino,Eventi News 

Droni del soccorso alpino per cercare dispersi in montagna

Tempo di lettura: 2 minuti

Bielmonte, località sciistica a ridosso delle Alpi Biellesi in Piemonte, ha tenuto a battesimo proprio qualche giorno fa un nuovo sistema che prevede l’impiego di droni del soccorso alpino per cercare dispersi in montagna in operatività di emergenza.

L’impiego di droni in ambito montano non è certo una novità ormai, degno di nota è il diffondersi di questa nuova tecnologia, che riteniamo andrà sempre di più a migliorare la qualità e la tempistica di intervento durante i soccorsi alpini.

La presentazione delle nuove attività con droni da parte del Soccorso Alpino è avvenuta al rifugio Monte Marca, nel cuore dell’Oasi Zegna di Bielmonte. A presenziare l’importante appuntamento, i volontari dei vari reparti di lavoro nazionali del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico che studiano le potenzialità dei droni per cercare dispersi in montagna e quelli che operano in ambito di cartografia tridimensionale e modellazione 3D del territorio.

L’incontro ha trattato diverse tematiche fra cui la discussione di protocolli di utilizzo dei droni, che ricordiamo sono soggetti a specifici regolamenti emanati da Enac (Ente Nazionale Aviazione Civile) i quali prevedono particolari percorsi formativi per tutti i piloti di droni.

Per approfondimenti sul tema dei regolamenti Enac sui droni, consigliamo la lettura dei seguenti articoli: “Regolamento Enac droni“ e “Scenari standard Enac per operazioni critiche droni“.

I droni sono entrati a far parte della dotazione tecnica di molte attività professionali, anche il Soccorso Alpino dunque ha pensato ai droni come strumento innovativo per migliorare gli interventi di soccorso.

Così si è espresso in una intervista Alessandro Molinu, Vice-Presidente del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico: “Con i ricercatori dell’Università di Firenze, che li hanno messi a punto, abbiamo fatto volare due droni nei cieli della Valsessera e abbiamo trattato interessanti conclusioni, la tecnologia è ormai matura. Avere un alleato come il drone da inviare in situazioni particolari di rischio sarà un grande passo in avanti”.

Ovviamente i droni del Soccorso Alpino monteranno a bordo particolari dispositivi in grado di captare segnali e indirizzare con precisione le squadre, oltre che termocamere.

Importante ruolo, oltre ai droni del soccorso alpino per cercare dispersi in montagna (Leggete anche: “Droni donati al soccorso alpino nelle Marche” e “Droni per il soccorso alpino in Trentino”) sarà quello della cartografia digitale, che associata alle immagini riprese in volo dai droni potrà generare delle mappe virtuali, che illustreranno alle centrali operative le reali condizioni in cui i soccorritori dovranno intervenire.

 

Articoli Correlati