Sei qui
Droni per il monitoraggio di dighe Esteri News 

Droni per il monitoraggio di dighe

Droni per il monitoraggio di dighe in Algeria. Questa è l’interessante notizia che giunge dopo le recenti dichiarazioni rilasciate dal Ministro dell’Ambiente e delle risorse idriche, Abdelkader Ouali, che durante una visita istituzionale presso la diga di Ouled Melouk, situata a poco più di cento chilometri dalla capitale Algeri, ha sostenuto la volontà del governo algerino di mettere in funzione ben altre nove dighe in tutto il territorio nazionale entro il 2019. Le stime governative indicano inoltre il raggiungimento di 130 dighe entro il 2030.

Tali sforzi, prosegue il Ministro, sono un chiaro segnale che dimostra la volontà del governo di sviluppare le risorse idriche a beneficio dell’agricoltura, dell’industria e del turismo.

Come scritto prima tutte queste dighe saranno monitorate da appositi droni subacquei per migliorarne sia la gestione che la sicurezza strutturale. I droni per il monitoraggio di dighe sono stati messi a punto dai ricercatori del Centro di Sviluppo delle Tecnologie Avanzate (Cdta).

I droni saranno in grado di raccogliere, catalogare e trasferire in modo autonomo una serie di dati sulle condizioni strutturali delle dighe, riducendo le tempistiche di intervento svolte con metodi tradizionali, oltre che ridurre drasticamente i costi di gestione. Oggi le indagini batimetriche vengono effettuate ogni quattro anni visti anche gli elevati costi.

Attraverso questa iniziativa, il Governo di Algeri cercherà di promuovere anche le competenze tecniche interne al Paese volte alla sviluppo e alla modernizzazione del settore delle risorse idriche. Un impegno davvero importante in riferimento al sempre più basso tasso di piovosità nel Paese, che oscilla tra i 400 e 1000 mm l’anno.

Di seguito una serie di articoli già pubblicati sulle pagine di Drone Blog News che consigliamo di leggere, in quanto riguardano alcuni svariati utilizzi di droni subacquei.

 

Articoli Correlati