Sei qui
Droni subacquei per esplorare miniere allagate Esteri News 

Droni subacquei per esplorare miniere allagate

Droni subacquei per esplorare miniere allagate, un nuovo ed interessate progetto (Denominato Unexmin) finanziato dall’Unione Europa attraverso il programma di ricerca Horizon 2020.

Il finanziamento previsto e di ben cinque milioni di euro.

Ma veniamo ora al dettaglio dell’iniziativa: il progetto di droni subacquei per esplorare miniere allagate coinvolge tredici organizzazioni dislocate in sette Paesi Europei per lo sviluppo di un primo modello di drone subacqueo “Robotic Explorer (UX-1)” destinato ad effettuare rilievi 3D di miniere completamente allagate, dunque particolarmente difficili da raggiungere con la metodologia tradizionale, ovvero l’utilizzo di sub.

I droni subacquei “Robotic Explorer (UX-1)”, saranno il risultato di una ricerca davvero strategica, finalizzata alla progettazione e produzione di componenti miniaturizzati in grado di poter operare in condizioni ambientali molto estreme.

Droni subacquei

I droni andranno così a raccogliere informazioni sullo stato geologico di diversi siti europei, al fine di poter analizzare più attentamente le variazioni morfologiche della crosta terrestre.

La produzione dei droni subacquei per esplorare miniere allagate è ufficialmente iniziata nell’autunno del 2017, dunque pochi mesi fa, attraverso molti test di laboratorio al fine di testare i primi componenti realizzati.

Il primo ufficiale prototipo sarà ultimato – secondo quanto diramato dal team di sviluppo – entro il prossimo mese di giugno 2018, in tale periodo verrà svolta la prima missione operativa in Finlandia, presso la miniera Kaatiala.

Le varie missioni esplorative si estenderanno poi in tante altre “location” europee, di seguito l’elenco dei siti scelti:

  • Miniera di Quarzo in Finlandia (Kaatiala Feldspato);
  • Miniera di Mercurio in Slovenia (Idrija);
  • Miniera di Uranio in Portogallo (Urgeiriça);
  • Miniera di Rame in Inghilterra (Deep Ecton).

Come scritto prima, tutte queste miniere sono inondante da acqua da moltissimi anni e praticamente inaccessibili dalla strumentazione tradizionale.

Insomma un nuovo sviluppo di droni in ambito scientifico e di ricerca che sicuramente potranno dare un valore aggiunto non indifferente, fornendo anche informazioni strategiche sulle decisioni di eventuali riaperture di miniere abbandonate contenenti materie prime critiche.

Non ci resta che attendere il termine delle sperimentazioni.

Maggiori informazioni sul progetto possono essere reperite sul sito ufficiale Progetto Unexmin oppure visionando il video proposto qui sotto.

Di seguito invece alcuni articoli riguardo droni subacquei già trattati sulle pagine di Drone Blog News:

 

Articoli Correlati

One thought on “Droni subacquei per esplorare miniere allagate

  1. […] Droni subacquei per esplorare miniere allagate 21 gennaio 2018 Redazione Droni Subacquei Droni subacquei per esplorare miniere allagate, un nuovo ed interessate progetto (Denominato Unexmin) finanziato dall’Unione Europa attraverso il programma di ricerca Horizon 2020. Il finanziamento previsto e di ben cinque milioni di euro. Ma veniamo ora al dettaglio dell’iniziativa: il progetto di droni subacquei per esplorare miniere allagate coinvolge tredici organizzazioni dislocate in sette Paesi Europei per lo sviluppo di un primo modello di drone subacqueo “Robotic Explorer (UX-1)” destinato ad effettuare rilievi 3D di miniere completamente allagate, dunque particolarmente difficili da raggiungere con la metodologia tradizionale, ovvero l’utilizzo di sub. I droni subacquei “Robotic Explorer (UX-1)”, saranno il risultato di una ricerca davvero strategica, finalizzata alla progettazione e produzione di componenti miniaturizzati in grado di poter operare in condizioni ambientali molto estreme. I droni andranno così a raccogliere informazioni sullo stato geologico di diversi siti europei, al fine di poter analizzare più attentamente le variazioni morfologiche della crosta terrestre. La produzione dei droni subacquei per esplorare miniere allagate è ufficialmente iniziata nell’autunno del 2017, dunque pochi mesi fa, attraverso molti test di laboratorio al fine di testare i primi componenti realizzati. Il primo ufficiale prototipo sarà ultimato – secondo quanto diramato dal team di sviluppo – entro il prossimo mese di giugno 2018, in tale periodo verrà svolta la prima missione operativa in Finlandia, presso la miniera Kaatiala.CONTINUA… […]

Comments are closed.