Droni per la prevenzione degli incendiNews 

Droni per la prevenzione degli incendi

Tempo di lettura: 2 minuti

Droni per la prevenzione degli incendi nel Parco dei Monti Lattari in Campania. Come tutti ben sappiamo, con l’arrivo dell’estate ci si scontra sempre con l’annoso problema degli incendi boschivi, che ogni anno distruggono molti (troppi) ettari di suolo.

Sulle pagine di Drone Blog News abbiamo avuto modo di scrivere diverse volte del problema e delle possibili soluzioni di prevenzione grazie anche all’utilizzo di droni. Per maggiori informazioni vi consigliamo la lettura dei seguenti articoli: “Droni contro gli incendi al Parco del Pollino“ e “Droni antincendio, parte la campagna stopincendi“.

La notizia di oggi, riguarda un progetto finanziato lo scorso 2017 dalla Agenzia Spaziale Europea ed Italiana, nell’ambito del programma di ricerca applicata denominato “Artes 20”. Grazie a questo progetto sarà possibile limitare ed arginare gli imponenti danni legati agli incendi boschivi in Italia.

Il progetto si chiama Taled, acronimo di TelecommunicAtion, Localization and Real Time Environment Detection, che consiste nello sviluppo di una piattaforma integrata di telerilevamento e telecomunicazioni a banda larga per consentire un intervento tempestivo in caso di incendi.

Il progetto prevede anche l’utilizzo di droni per la prevenzione degli incendi che invieranno – insieme ad altra strumentazione specifica – una serie di dati ad una apposita piattaforma che in “real-time” girerà alle unità addette agli interventi di spegnimento.

Una seconda fase (che ha inizio dopo lo spegnimento delle fiamme), è quella dell’utilizzo di apposita sensoristica per andare a ricostruire il percorso delle fiamme, dunque capire anche il punto di innesco dell’incendio. Questo permetterà di giungere ad individuare la causa dei roghi ed a facilitare l’identificazione dei responsabili che li hanno generati, in caso di incendi dolosi.

Una occasione molto importante per limitare i danni degli incendi sul patrimonio boschivo del nostro Paese, importante anche che il primo ente parco a sperimentare questo importante progetto sia italiano, come scritto poco prima, il parco dei Monti Lattari.

 

Articoli Correlati