Droni per monitorare gli insettiNews 

Droni per monitorare gli insetti e la loro vita

Tempo di lettura: 2 minuti

Un recente progetto prevede l’utilizzo dei droni per monitorare gli insetti e la loro vita allo scopo di tutelare le specie utili in via di estinzione. Lo scopo quindi è quello di studiare le molte specie fondamentali per la sopravvivenza della vita nel nostro pianeta.

Molti infatti sono i ruoli vitali degli insetti: dall’agire come impollinatori nella riproduzione delle piante e dal miglioramento della fertilità del suolo attraverso la bioconversione dei rifiuti, fino al contributo al biocontrollo naturale per le specie nocive di parassiti.

Addirittura secondo l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO) gli insetti possono offrire un enorme potenziale per migliorare la sicurezza alimentare. L’agenzia promuove anche 1.900 specie di insetti commestibili come alternative salutari e nutrienti ai prodotti tradizionali come pollo, maiale, manzo e pesce.

Purtroppo però negli ultimi anni molti di questi invertebrati stanno scomparendo dalla Terra a volte senza una spiegazione precisa. In particolare i ricercatori della Nuova Zelanda hanno pensato di sviluppare droni che siano in grado di tracciare e monitorare gli insetti in tempo reale per comprenderne meglio gli sforzi di conservazione. Le loro attuali informazioni infatti spesso sono farraginose soprattutto per quanto riguarda il loro habitat, le distanze che possono raggiungere e le aspettative di vita.

Grazie quindi all’utilizzo dei droni per monitorare gli insetti e la loro vita, i ricercatori potrebbero ottenere informazioni fondamentali per una gestione più efficiente della tutela di varie specie.

Ecco quindi che un team di ricerca dell’Università di Canterbury ha creato una soluzione wireless basata su un radar montato su droni. Si tratta di strumenti di pochi millimetri ottimizzati per la mobilità e le operazioni a bassa potenza e grazie alla tecnologia dei droni associata si potranno raccogliere informazioni cruciali in paesaggi complessi, a distanze maggiori e a un costo molto inferiore.

Uno dei ricercatori ha dichiarato che: “L’idea è che potremmo attivare uno sciame di droni in grado di tracciare e seguire l’insetto in tempo reale”.

I test sul campo dei droni per monitorare gli insetti dovrebbero iniziare nel 2023 e all’inizio i ricercatori proveranno sugli insetti a terra per poi procedere a tracciare gli insetti in volo. Il team è convinto che la loro ricerca contribuirà a potenziali applicazioni anche in altri campi, come la biosicurezza.

Vi abbiamo già parlato di altri esempi di impiego dei droni per il monitoraggio della fauna, leggete anche “Droni per la difesa della fauna selvatica” e “Droni per la salvaguardia di animali”.

 

Articoli Correlati