Droni sanificatoriNews 

Droni sanificatori negli stadi d’America

Tempo di lettura: 2 minuti

Negli Stati Uniti si è sperimentato l’utilizzo di droni sanificatori contro il COVID-19 dopo una manifestazione sportiva con presenza di pubblico.

La gara si è svolta al famoso Churchill Downs con un pubblico di più di 50.000 spettatori e la sanificazione è avvenuto grazie alla società tecnologica AERAS di Pittsburgh che ha impiegato i suoi droni elettrostatici caricati con disinfettante specifico. Il CEO della società ha dichiarato che “Vedere migliaia di fan esultanti godersi il Kentucky Derby in sicurezza è stata un’enorme vittoria su COVID-19”.

La manifestazione oggetto dell’esperimento è stata nello specifico il Kentucky Derby, celebre corsa di cavalli. Grazie al progetto di utilizzo di questi droni sanificatori in meno di 90 minuti, le aree salotto di Churchill Downs sono state igienizzate dall’operatore di droni certificato 107 di AERAS e dagli irroratori a spalla AERAS. Leggete anche “Droni per sanificare alcuni paesi dell’India” e “Droni per la pulizia e la disinfezione”.

La società AERAS è stata fondata nel 2020 ed è specializzata nell’utilizzo di una tecnologia di spruzzatura elettrostatica caricata brevettata per disinfettare arene, stadi, campi ed edifici disperdendo qualsiasi disinfettante approvato come prescritto dalla scienza e dalle migliori pratiche per disinfettare contro COVID-19 e altri patogeni virali.

Ha brevettato un modo per integrare un apposito sistema di irrorazione con droni ad alta efficienza, creando quindi l’unico drone veramente elettrostatico al mondo approvato per uccidere il COVID-19 e altri agenti patogeni virali.  Questi droni, alimentati dalla tecnologia AER-Force, rilasciano un’uscita uniforme di piccole goccioline che vanno a creare una barriera disinfettante lungo tutte le superfici messe a terra fornendo in meno di tre ore una sanificazione economica su larga scala in grandi spazi.

Il vice presidente del marketing e delle comunicazioni aziendali per AERAS ha dichiarato che: “Se le franchigie sportive vogliono aumentare il numero di persone nei posti a sedere, AERAS è il percorso. Siamo entusiasti dell’opportunità di lavorare con qualsiasi struttura sportiva e di intrattenimento che desideri offrire quella tranquillità ai fan che tornano all’intrattenimento dal vivo”.

Uno strumento utile per combattere il Covid-19 e cercare di tornare a quella normalità che ormai manca da qualche tempo.

 

Articoli Correlati