Sei qui
Il drone BlackFly che trasporta persone Esteri News 

Il drone BlackFly che trasporta persone

Il drone BlackFly che trasporta persone. Nuovo drone adibito al trasporto di passeggeri progettato in California entra nel panorama dei nuovi sistemi di mobilità.

Già diverse aziende stanno testando simili progetti, a tal proposito leggete i seguenti articoli:

Il drone BlackFly che trasporta persone, sembra una vera e propria autovettura senza ruote.

E’ stato progettato dalla società californiana Opener, con sede a Palo Alto. Le caratteristiche tecniche di BlackFly sono davvero interessanti, può infatti coprire una distanza massima di ben 40 chilometri ad una velocità massima di 100 chilometri orari. 

Le sperimentazioni si stanno svolgendo in Canada, dove sono state concesse tutte le autorizzazioni necessarie per volare. Finora i voli effettuati sono circa un migliaio per un totale di 16000 chilometri percorsi! 

Attualmente il drone BlackFly che trasporta persone sembra uno dei progetti più avanzati e concreti che finora abbiamo visto, ad avvalorare tutto questo è un video ufficiale rilasciato dalla stessa società produttrice, che potete visionare alla fine dell’articolo.

BlackFly è costituito da un sistema propulsivo elettrico composto da otto motori, è in grado di trasportare una persona ed un carico del peso non ancora specificato dai progettisti.

Il sistema di controllo può essere manuale o automatico, nel breve periodo sarà aggiunta anche una funzionalità che permetterà al drone di seguire rotte prestabilite in totale autonomia, senza che il passeggero faccia nulla.

I tempi di commercializzazione sembrano essere veramente imminenti, i primi velivoli saranno venduti già dal prossimo anno. Il prezzo purtroppo non è stato ancora ufficializzato.

Ovviamente rimane ancora aperto il nodo normativo, ovvero come utilizzare in modo legale e sicuro questo drone senza incorrere in sanzioni e soprattutto senza creare situazioni di pericolo.

Insomma, anche in questa occasione non ci resta che attendere fiduciosi che la tecnologia vada pari passo con un sistema normativo flessibile e ragionevole.

 

Articoli Correlati