Kit contro le collisioni per droniEsteri News 

Nuovi kit contro le collisioni per droni

Tempo di lettura: 2 minuti

In Germania si stanno implementando nuovi kit contro le collisioni per droni utili per permettere il volo in sicurezza insieme al traffico aereo civile. La Commissione Europea ha autorizzato la società svedese Saab ad attivare una ricerca specifica per l’ideazione di questi nuovi kit in grado di rilevare ed evitare eventuali collisioni tra droni e altri velivoli.

L’importanza di individuare questi nuovi kit contro le collisioni per droni fa parte di un più ampio progetto comunitario di investimenti in tecnologie di difesa. Leggete anche “La NATO è pronta con i suoi droni per la sorveglianza”.

Il progetto di prevenzione di collisioni ha lo scopo di riuscire a replicare la capacità umana di prendere le giuste decisioni durante le situazioni rischiose in volo. Molte aziende si sono prefissate l’obiettivo di far certificare i loro sistemi dalla Comunità Europea in modo da poterli poi applicare non solo ai droni utilizzati a scopi militari ma anche a quelli civili.

Tramite questi sistemi si riuscirebbe ad ottenere una maggiore autonomia, sicurezza ed efficienza nel settore dell’aviazione.

Il progetto di Saab prevede l’utilizzo di un sistema in grado di offrire una prevenzione delle collisioni completamente automatica e parti di esso sarebbero integrate nel sistema di gestione del traffico aereo che controlla l’intero flusso di un determinato spazio aereo.

Si prevede quindi che il kit potrà essere integrato anche su droni civili utilizzati nel campo delle consegne, dell’agricoltura, della silvicoltura, della protezione ambientale, della sorveglianza delle aree di confine e anche nella mobilità aerea urbana.

I test per l’applicazione della nuova tecnologia di Saab saranno effettuati sull’Eurodrone sviluppato da Airbus, Dassault e Leonardo, oltre che su altri droni tattici a bassa quota.

I ministeri della difesa di Svezia, Italia, Germania, Francia e Spagna sono sostenitori governativi del progetto mentre tecnicamente l’azienda Saab è affiancata dal Centro italiano di ricerca aerospaziale e da altri importanti partner quali il Centro Aerospaziale tedesco, Leonardo, Airbus Defence and Space e Indra.

Un ruolo importante quindi anche per i nostri ricercatori aerospaziali in un settore in forte sviluppo.

Articoli Correlati