Ucraina: donati all'esercito 140 droniEsteri News 

Ucraina: donati all’esercito 140 droni

Tempo di lettura: 2 minuti

Un gruppo di volontari finlandesi ha consegnato 140 droni Dji Mavic Mini all’esercito dell’Ucraina che cerca di resistere all’invasione russa. L’idea è partita da Henri Lindroos e alcuni suoi amici che hanno lanciato un appello per raccogliere fondi per questi fini. Hanno così raccolto circa 52.000 euro che sono serviti per acquistare questi droni ultraportatili di peso inferiore ai 250 grammi.

La guerra che in questi giorni è esplosa in Ucraina ha visto addirittura un appello del ministero della difesa affinché i possessi di droni possano dare il loro contributi a difesa della capitale Kiev. Ve ne abbiamo parlato in un altro articolo, leggete anche…

Droni nella guerra in Ucraina

I droni possono essere utili nella guerra in Ucraina per attività di controllo e monitoraggio del posizionamento delle truppe russe. Per questo motivo i ragazzi finlandesi hanno deciso di inviarne 140 avendo cura di far recapitare le batterie già cariche. I droni sono giunti sul territorio ucraino passando dalla Polonia grazie all’intervento di alcuni volontari.

Lindroos in un post su Instagram spiega la loro iniziativa di aiuto all’Ucraina. Scrive: “140 droni sono atterrati con noi in Polonia, ora in viaggio verso l’esercito ucraino per aiutare con la ricognizione su loro richiesta urgente. 52.000 euro di attrezzature pronte per essere inviate al fronte di una nazione indipendente che lotta per la sua esistenza.”

Pare che il ragazzo abbia già ricevuto richiesta di altri droni che probabilmente saranno consegnati la prossima settimana. Questi droni sono piuttosto semplici da pilotare e facilmente trasportabili. Ecco perché potrebbero essere utilizzati anche da chi non è un provetto pilota di droni. Allo stesso tempo offrono immagini e prestazioni di alto livello che possono essere particolarmente utili per localizzare l’avanzata russa. Questa finalità può essere di aiuto all’Ucraina per organizzare per tempo azioni di resistenza in risposta agli attacchi delle truppe di invasori.

 

Articoli Correlati