Sei qui
Drone che ti segue News Tips & Tricks 

Drone che ti segue

Drone che ti segue, una interessante funzionalità che è possibile attivare su un po’ tutti i droni prodotti dal colosso cinese Dji.

In gergo tecnico è definita “Follow me” letteralmente “seguimi”. Funzionalità di volo intelligente che permette di effettuare riprese davvero mozzafiato in modo molto semplice e sicuro.

In articolo ti spiegheremo in modo semplice come attivare la modalità “Follow me” e come utilizzarla nel modo corretto per fare filmati davvero entusiasmanti!

Il drone che ti segue ha debuttato qualche anno fa, più precisamente nel mese di marzo del 2016 sul quadricottero Dji Phantom 4 (Leggete anche: “Nuovo drone Dji Phantom 4 Pro V2.0”), come immaginiamo abbiate già sicuramente intuito, una volta attivata questa modalità di volo intelligente, il drone segue il soggetto o l’oggetto che si è impostato come “obbiettivo”. Dunque una macchina in corsa, piuttosto che un ciclista o uno sciatore mentre scende una pista, il limite è la vostra immaginazione!

Durante “l’inseguimento” vengono utilizzati sia la camera, che i sensori di rilevamento posti nella parte frontale del drone, così che il pilota possa concentrarsi esclusivamente a realizzare un filmato in tutta sicurezza, anche per i meno esperti in fatto di pilotaggio droni.

Drone che ti segue: come abilitare la funzionalità

Prima di capire come utilizzare questa potente funzione, ricordiamo che tutti i droni Dji (Leggete anche: “Dji, colosso cinese produttore di droni”) sono dotati di tale funzionalità: Dji Inspire 2, Dji Phantom 4, Dji Phantom 4 Advanced, Dji Phantom 4 Pro, Dji Mavic Pro, Dji Mavic Pro Platinum, Dji Mavic 2 Pro, Dji Mavic 2 Zoom e Dji Spark.

Oltre che sui droni, la modalità “Follow Me” è recentemente disponibile anche sui gimbal a mano della serie Osmo, a tal riguardo leggete anche il seguente articolo: “Active Track Dji Osmo Mobile 2”.

Per attivare la funzione intelligente, prima di tutto dovrete assicurarvi che sul radiocomando abbiate attivato la modalità di volo P (Positioning) in quanto tale funzionalità richiede un forte segnale Gps. Una volta fatto questo:

  • Accendete il radiocomando, il drone e successivamente aprite la app Dji Go 4 (Leggete anche: “Dji Go 4 come utilizzarla al meglio”);
  • Nella schermata principale che vi comparirà, fate tap sull’icona del radiocomando posta nella parte sinistra, come potete vedere nell’immagine qui sotto;

  • Subito dopo, nella schermata che vi comparirà, fate tap sull’icona “Active track”. A questo punto sullo schermo del vostro smartphone o tablet vedrete una sorta di rettangolo verde, così come nell’immagine qui sotto;

  • A questo punto inquadrate con il drone l’oggetto o soggetto che dovrà seguire e con il dito disegnategli sopra un riquadro, questo servirà al drone a riconoscere “l’obbiettivo”. Per far sì che “l’inseguimento” sia il più preciso possibile oltre che sicuro, evitate di inserire sfondo quando create il riquadro. Solo i contorni dell’oggetto/soggetto;
  • Fatto questo vi comparirà la dicitura “GO”, fate tap sulla scritta così che il vostro velivolo segua l’oggetto!

Drone che ti segue: tre opzioni di utilizzo

Una volta selezionato e riconosciuto il soggetto, è possibile iniziare a utilizzare la potente funzione per realizzare filmati creativi e cinematografici. Tieni presente che hai diverse opzioni per l’utilizzo:

  • Trace: il drone segue il soggetto a una distanza costante. Puoi utilizzare anche gli stick del radiocomando per volare intorno al tuo soggetto in cerchio;
  • Profile: il drone segue il soggetto su lato a distanza costante;
  • Spotlight: il drone non traccia automaticamente un soggetto, ma mantiene la fotocamera puntata verso il soggetto durante il volo. Il radiocomando può essere utilizzato per pilotare il drone, ma con il comando imbardata disabilitato.

Di seguito un breve filmato tutorial di quanto spiegato in questo articolo.

 

Articoli Correlati