Drone elicottero della NasaEsteri News 

Drone elicottero della Nasa pronto al decollo

Tempo di lettura: 2 minuti

Il drone elicottero della Nasa è pronto al decollo, si tratta del primo volo su Marte di Ingenuity previsto non prima dell’8 Aprile. Sarà il primo volo di un velivolo a motore controllato su un altro pianeta.

Ingenuity è ancora all’interno del Rover Perseverance ma è già stato libero dal suo scudo protettivo e ha ricevuto dalla Terra tutte le informazioni necessarie per effettuare il volo. Attualmente il rover è in transito verso la sede prescelta per il volo e una volta schierato Ingenuity avrà 30 giorni di tempo per effettuare il suo programma di volo di prova.

Grazie al drone elicottero della Nasa pronto al decollo l’agenzia aerospaziale si pone l’obiettivo di ampliare la portata delle attuali tecnologie di ricerca ed esplorazione sul Pianeta Rosso, allo scopo di ottenere un numero di informazioni sempre maggiori e più dettagliate.

Drone elicottero della Nasa

Di fatto volare in modo controllato su Marte è molto più difficile rispetto a farlo sulla Terra a causa delle differenze di gravità, della densità dell’atmosfera e delle temperature che possono arrivare anche a -90 gradi dato che la superficie del pianeta riceve circa la metà dell’energia solare ricevuta dalla Terra. Leggete anche “Land Rover Discovery con drone integrato” e “Droni rover in sperimentazione sul vulcano Etna”.

Ingenuity è stato progettato con caratteristiche ben  precise per ovviare alla varie problematiche da fronteggiare. Infatti le dimensioni del drone elicottero della Nasa sono ridotte per poter rientrare nello spazio messo a disposizione dal rover Perseverance e il drone è leggero per riuscire a muoversi nel contesto del Pianeta Rosso. dispone poi di un sistema di pannelli solari e riscaldatori elettrici che gli permette di evitare che le gelide notti marziane possano rovinare i suoi componenti elettrici. Un piccola curiosità: Ingenuity porta con sè un frammento del materiale che copriva una delle due ali dell’aereo che i fratelli Wright utilizzarono nel 1903 per effettuare il primo volo motorizzato della storia.

Prima che il drone elicottero della Nasa decolli occorre che si trovi nell’esatto punto prescelto per il volo in un’area pianeggiante e priva di ostacoli. Una volta raggiunta l’esatta posizione il team dalla Terra attiverà una serie di manovre per liberare il drone dal rover che lo ha ospitato e permettergli di ottenere la posizione verticale poggiando sulle sue gambe di atterraggio. A quel punto il rover si allontanerà per lasciare al drone lo spazio di azione ma nel frattempo riprenderà l’intera scena del decollo. Tutte queste operazioni si svolgeranno con la massima attenzione e con tempistiche particolari, arrivando a durare per alcuni giorni.

La prima prova di decollo prevede che Ingenuity salga fino a 3 metri ad una velocità di un metro al secondo per poi restare in volo al massimo per 30 secondi.

Di importanza fondamentale e assolutamente spettacolari saranno le immagini riprese del drone elicottero durante i suoi voli, immagini che il team della NASA non vede l’ora di poter analizzare, vedremo come ci renderanno partecipi di questa storica avventura.

 

Articoli Correlati