Drone Subacqueo SaipemEsteri News 

Drone Subacqueo Saipem Hydrone-R

Tempo di lettura: 2 minuti

Saipem si è aggiudicata l’edizione 2021 del premio Spotlight on New Technology® di Offshore Technology Conference (OTC) grazie al suo drone subacqueo Hydrone-R, un mezzo di intervento subacqueo.

OTC è una importante manifestazione internazionale di riferimento nel settore dell’energia che si terrà il prossimo agosto a Houston, in Texas, più precisamente dal 16 al 19 agosto 2021.

Il drone subacqueo Saipem Hydrone-R è stato progettato e costruito per operazioni di intervento specialistico in ambito offshore da remoto. La paternità del drone e di Sonsub, divisione di Saipem specializzata in innovazioni tecnologiche marine. E’ il primo drone subacqueo stanziale in grado di svolgere ispezioni dettagliate ma soprattutto lavori di costruzione, essendo dotato di due sorta di “braccia” gestite interamente da un sistema di intelligenza artificiale. Leggete anche “Drone marino a Napoli per il monitoraggio del golfo” e “Drone marino a supporto dei Marines”.

Drone Subacqueo Saipem Hydrone-R

Le caratteristiche tecniche del drone subacqueo Saipem Hydrone-R sono davvero stupefacenti, vanno ben oltre lo standard già esistente e progettato da altre aziende in giro per il mondo, può rimanere immerso nei fondali marini fino a 12 mesi grazie al collegamento continuo con una sorta di base galleggiante per ricaricare le batterie ed interagire con i dati di missione. La manovrabilità del drone subacqueo Saipem è svolta ovviamente da remoto in una sala di controllo, oppure in modo completamente automatico entro un raggio di circa 10 chilometri.

L’Hydrone-R è stato scelto da Equinor nell’ottobre 2019 per diventare il primo drone di intervento subacqueo (Underwater Intervention Drone – UID) impiegato per fini commerciali nel giacimento offshore Njord, al largo delle coste norvegesi.

Il concorso organizzato da OTC ha visto la partecipazione di 14 diversi progetti proposte da 13 società dislocate in tutto il mondo, la vittoria è stata acquisita dal drone subacqueo Saipem per la novità della tecnologia, il potenziale innovativo e l’impatto significativo nel comparto offshore.

Giulio Fatica, Head of Subsea Engineering and Technologies della divisione E&C Offshore di Saipem, ha commentato: “Saipem sviluppa costantemente soluzioni innovative per migliorare l’operatività e ridurre l’impatto ambientale. Ecco perché siamo particolarmente orgogliosi che il nostro Hydrone-R abbia ricevuto quest’anno il premio Spotlight on New Technology. Il programma Hydrone è la risposta di Saipem alla richiesta degli operatori di tecnologie all’avanguardia per intervenire durante il ciclo vitale di complessi campi sottomarini, oltre a contribuire a ridurre i costi delle navi e l’impatto ambientale”, continuando poi con “Ogni anno la Offshore Technology Conference presenta le tecnologie più avanzate e innovative del settore delle risorse energetiche offshore” ha affermato Leigh Ann Runyan, Executive Director della Offshore Technology Conference. “Come vincitore del premio Spotlight on New Technology Award 2021, il drone di intervento subacqueo (UID) Hydrone-R di Saipem offre il suo contributo al progresso del settore delle risorse energetiche offshore, grazie al miglioramento della sicurezza e dello sviluppo delle operazioni subacquee”.

 

Articoli Correlati