droni agricoli, droni agricoli che rilasciano semi,Agricoltura con Droni Esteri News 

Droni agricoli che rilasciano semi

Tempo di lettura: 2 minuti

Sempre più spesso, in ogni parte del mondo, si sente parlare di droni agricoli e agricoltura di precisione, l’India non è da meno, notizia recentissima riguarda alcuni ricercatori del Dipartimento di Aerodinamica di Bangalore che hanno organizzato un esperimento molto particolare: lo spargimento di sementi attraverso l’utilizzo di droni agricoli.

La sperimentazione è stata effettuata lo scorso 5 giugno 2017 lungo le rive del fiume Pinakini nei pressi di Gauribidanur, città di 30 mila abitanti nello stato federato del Karnataka.

Lo scopo della sperimentazione è quello del rimboschimento (al fine di favorire le piogge con l’aumento delle superfici forestali), ovvero raggiungere zone impervie ed inaccessibili attraverso droni agricoli opportunamente adattati per rilasciare semi. La sfida è veramente importante sul fronte ingegneristico, difatti rilasciare semi in modo preciso e controllato è ancora in fase di definizione da parte dei ricercatori responsabili della sperimentazione.

droni agricoli, droni agricoli che rilasciano semi,

Il responsabile del team di ricercatori è il Professore Omkar il quale in una intervista ha affermato che il progetto pilota dei droni agricoli avrà una durata di tre anni, nel quale periodo dovranno essere coperti più di 10.000 ettari. Nell’intervista continua così: “Il vantaggio portato dai droni consiste nel poter avere immagini precise e dettagliate delle aree interessate ancora prima di far cadere i semi e il percorso può essere geolocalizzato. Successivamente, possiamo far volare i droni sopra quella zona ogni 3 mesi e vedere l’impatto provocato dalla caduta dei semi”.

I droni agricoli utilizzati non sono i classici multirotori bensì degli “ala fissa”, così da poter coprire più territorio in un minor tempo. Sono stati progettati con una sorta di particolare “dispensatore” di semi. Ogni drone agricolo potrà trasportare ben dieci chilogrammi di sementi con una autonomia di circa 1 ora.

Per aumentare considerevolmente le probabilità di germinazione, i semi sono stati avvolti in capsule contenente concime e terriccio speciale ideato dal Dipartimento Forestale di Kolar.

Dunque un progetto importante di riqualificazione ambientale, seguiremo con attenzione le evoluzioni della sperimentazione che ci auguriamo porti risultati positivi per ripristinare la biodiversità e gli equilibri ambientali persi.

Per maggiori informazioni vi rimandiamo al sito ufficiale (in lingua inglese) cliccando qui.

Per approfondimenti riguardo i droni agricoli ed agricoltura di precisione vi rimandiamo alla lettura dei seguenti articoli: “Utilizzo di droni in agricoltura di precisione” e “Corsi di agricoltura di precisione con droni”.

 

Articoli Correlati