Sei qui
Droni monitoraggio ambiente in Umbria News 

Droni monitoraggio ambiente in Umbria

Droni monitoraggio ambiente in Umbria, ad annunciare l’entrata in servizio della nuova tecnologica strumentazione è stata Fernanda Cecchini, Assessore Regionale all’Ambiente.

L’utilizzo di droni servirà a monitorare e sorvegliare le zone impervie dell’Umbria, dove attualmente non avviene nessun controllo ambientale.

Come spiega l’Assessore Cecchini: “La Regione ha già sperimentato per la protezione civile l’uso di quelli che l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile chiama aeromobili a pilotaggio remoto, ma sono meglio conosciuti come droni, e ora accresce la dotazione con l’acquisizione di un nuovo drone ad uso topografico, a disposizione del Nucleo di controllo sulle attività estrattive della Regione Umbria, e la formazione di due nuovi piloti presso l’Aviosuperficie di Montemelino a Magione”.

I droni monitoraggio ambiente scelti dalla Regione Umbria hanno un peso di circa quattro chilogrammi e potranno portare in volo diversa sensoristica, dunque non solo le classiche camere fotografiche.

Sempre secondo l’Assessore Cecchini, “Si tratta di una innovazione tecnologica di grande importanza, che consente di potenziare, con un investimento limitato, un servizio di grande rilevanza per la nostra Amministrazione, ampliando sensibilmente l’ampiezza dei controlli possibili e riducendo in modo molto significativo i rischi per i nostri tecnici impiegati in aree complesse”.

I Droni monitoraggio ambiente si vedono ormai operare in diverse zone d’Italia, per scopi che vanno oltre la normale perlustrazione. La dotazione di camere multispettrali, per esempio, permette di ottenere molte informazioni dettagliate sulla salute delle colture.

Segnaliamo a tal proposito una interessante sperimentazione con droni svolta nel Comune di Concorezzo ad opera della società Agro Survey in collaborazione con il Dottore Agronomo Luca Masotto. Il progetto mira ad introdurre l’uso degli Aeromobili a pilotaggio remoto campo della gestione del verde urbano. Lo scopo è quello di valutare lo stato fisiologico delle piante di alto fusto in due aree differenti del comune brianzolo. Per approfondimenti al riguardo consigliamo la lettura del seguente articolo: “Droni per la cura del verde urbano”.

Di seguito invece una serie di articoli in riferimento all’utilizzo ambientale di droni:

 

Articoli Correlati