Droni nei cieli del Super BowlEsteri News 

Droni nei cieli del Super Bowl in America

Tempo di lettura: 2 minuti

La possibile presenza di droni nei cieli del Super Bowl ha immediatamente messo in allarme lo sceriffo della contea di Hillsborough in California.

Infatti, dopo la segnalazione di oltre 70 intrusioni di droni, è stato emanato un severo e chiaro avvertimento che esorta i piloti a tenere lontano i loro mezzi dall’aerea della manifestazione. Certo, la tentazione di avere una visuale assolutamente privilegiata di questo spettacolo rinomato in tutti gli Stati Uniti è decisamente forte, soprattutto viste anche le restrizioni alla partecipazione del pubblico applicate a cause dell’emergenza Covid-19.

Sono state infatti create ampie zone di interdizione intorno all’area principale della manifestazione con lo scopo di tutelarne la sicurezza e la riservatezza delle immagini nei giorni dello spettacolo. Leggete anche: “Droni, Sicurezza ed evoluzione della minaccia terroristica”.

Nel suo avvertimento lo sceriffo rincara la dose minacciando di sguinzagliare gli esperti FBI per rintracciare i piloti usurpatori dello spazio aereo sopra la manifestazione e spiega che, nel momento in cui un drone dovesse entrare nell’aera di interdizione al volo stabilita dalle autorità, il pilota e il drone stesso sono facilmente rintracciabili e di conseguenza sanzionabili e denunciati penalmente.

I più attenti e appassionati di questo evento si ricorderanno i droni nei cieli del Super Bowl nel 2017, quando una flotta di 300 mezzi perfettamente coordinati accompagnarono con la loro coreografia l’interpretazione di Lady Gaga a metà tempo. Uno spettacolo nello spettacolo che regalò emozioni di luci e musica con una tecnologia sorprendente e moderna.

Ciò che si è prospettato oggi è invece il divieto assoluto di utilizzo dei droni non autorizzati per effettuare riprese o filmati di questo importante evento, ricordando che individuare un drone che si trova in un’area interdetta è decisamente semplice e un agente FBI preposto potrebbe essere pronto a bussare alla porta del suo pilota! Insomma, meglio godersi lo spettacolo nella tranquillità del salotto di casa.

Articoli Correlati