Esercito ucraino equipaggiato con cannoni anti droneEsteri News 

Esercito ucraino equipaggiato con cannoni anti drone

Tempo di lettura: 2 minuti

L’esercito ucraino potrebbe presto ricevere dei cannoni anti drone per fronteggiare gli attacchi dell’esercito russo. Si tratta di uno strumento ideato da una startup ucraina che promette di intercettare i droni nemici anche a 3 chilometri di distanza. In questo modo sarebbe più semplice neutralizzare i droni nemici salvando quindi potenzialmente molte vite. Per approfondimenti “Flightradar il sito per monitorare le rotte di aerei e droni”.

Vi abbiamo già raccontato in molti articoli di come i droni siano sempre più spesso protagonisti nel conflitto in corso in Ucraina, leggete anche “Baykar dona tre droni militari TB2 in Ucraina”.

Cannoni anti drone per l’esercito ucraino

La startup che ha realizzato questi sistemi anti droni destinati all’esercito ucraino è la Kvertus Technology. Rispetto a sistemi più complessi, il modello Antidron KVS G-6 si basa su onde radio che agiscono bloccando le comunicazioni interne dei droni. In questo modo i droni resterebbero non operativi permettendone la cattura.

Esercito ucraino equipaggiato con cannoni anti drone

L’esercito ucraino, grazie a questo sistema anti drone, non danneggerebbe i velivoli russi ma li metterebbe nella situazione di non sapere quale direzione prendere. Il drone quindi atterrerebbe dove è stato bloccato, permettendo ai militari ucraini di recuperarlo. In questo modo, essi potranno verificare le registrazioni effettuate dal drone e meglio capire e intuire le mosse del nemico. Analizzando i dati raccolti è anche più semplice pianificare azioni difensive e di contrasto all’avanzata russa.

Ovviamente l’obiettivo principale di questo sistema anti drone è di riuscire a salvare vite dell’esercito ucraino impegnato in trincea. Il suo utilizzo è decisamente semplice, è infatti dotato di un solo tasto per l’accensione e lo spegnimento. In questo modo è praticamente impossibile sbagliare, anche in situazioni particolarmente stressanti o di estremo pericolo.

Pare che Kvertus Technology abbia già ricevuto diversi ordini per questo dispositivo utile all’esercito ucraino. Molte sarebbero infatti le organizzazioni di volontariato, imprese e donatori che hanno deciso di investire nell’acquisto di questo dispositivo in modo da offrire ai militari un strumento utile per contrastare l’avanzata russa.

 

Articoli Correlati