Lazio Innova, Living Lab per la formazione sui droniCorsi Professionali News 

Lazio Innova: Living Lab per la formazione sui droni

Tempo di lettura: 4 minuti

Lazio Innova organizza un Living Lab per la formazione sui droni. Quello dei droni professionali in Italia è un settore nascente con un mercato ancora in via di sviluppo, ma con un grande potenziale.

I Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto (SAPR) sono una risorsa importantissima per i rilievi e il monitoraggio ambientale, e vengono impiegati sempre più spesso per realizzare piani di sorveglianza e di controllo periodico per il rispetto di specifici parametri topografici, geomorfologici, idrogeologici, con risparmio di tempo rispetto ai metodi tradizionali.

L’utilizzo dei droni prescinde dalla morfologia del territorio ed è per questo possibile anche in situazioni di emergenza (alluvioni, terremoti, catastrofi), per di più garantendo una significativa libertà di movimento, soprattutto all’aperto. Si possono quindi immaginare molteplici applicazioni dei droni in ambienti naturali.

OBIETTIVO E STRUTTURA DEL LIVING LAB DI LAZIO INNOVA

Lazio Innova, nell’ambito del POR FESR – Potenziamento della Rete Spazio Attivo (Misura D, azione 3 “Laboratori di Micro-Innovazione Aperta) intende avviare un Living Lab finalizzato a una formazione di base e alla realizzazione pratica di un progetto pilota per la sperimentazione dell’uso dei dati satellitari e dei droni nell’ambito di attività di monitoraggio ambientale, come di seguito descritto.

In particolare, si prevede di attivare un progetto pilota indirizzato all’utilizzo integrato di diverse tecniche per attività di monitoraggio tramite l’utilizzo di SAPR e di dati provenienti da piattaforme satellitari, da effettuarsi presso Coreno Ausonio (in provincia di Frosinone), dove è ubicata una zona interessata da attività estrattiva, con un’estensione minima di 3 chilometri quadrati.

Il progetto pilota di Lazio Innova è rivolto alla determinazione delle tecnologie ottimali di rilievo e di elaborazione dei dati per il monitoraggio dell’evoluzione delle attività estrattive, al fine di valutare l’avanzamento delle attività in riferimento ai quantitativi autorizzati nonché al rispetto delle prescrizioni in materia di tutela ambientale.

Attraverso il Living Lab tutti i partecipanti potranno contribuire a:

– applicare le conoscenze tecniche e scientifiche di monitoraggio in contesti reali di utilizzo;

– sperimentare tecnologie e processi innovativi per l’erogazione di servizi attraverso l’interazione con giovani start-up e micro, piccole medie imprese innovative;

– comprendere e qualificare la domanda di mercato istituzionale come condizione propedeutica a favorire la redditività degli investimenti privati e volano per processi di innovazione radicale (infrastrutture innovative abilitanti, prodotti e servizi innovativi).

CHI PUÒ CANDIDARSI

La Call si propone di selezionare proposte progettuali provenienti da micro, piccole, medie imprese (MPMI) e startup, in forma singola o aggregata fino a un massimo di tre imprese, che siano in grado di coprire tutte le attività sopra descritte e attive nei seguenti comparti:

– sistemi per l’ispezione e il monitoraggio tramite l’utilizzo dei droni;

– acquisizione e trattamento dei dati di osservazione della Terra;

– sviluppo innovazioni di prodotto, di servizio e di processo quali nuove piattaforme e payload innovativi per droni;

– servizi innovativi applicabili in ambito droni (es: modellazione 3D, utilizzo di sistemi Lidar, fotogrammetria, sensori, etc.)

MODALITÀ DI SELEZIONE E CRITERI DI VALUTAZIONE

Le candidature saranno valutate da una Commissione di esperti, nominata dal Direttore Generale di Lazio Innova, sulla base dei criteri indicati nella call. La Commissione si riserva la facoltà di richiedere ai candidati ulteriore documentazione di dettaglio riguardo ai contenuti della proposta.

Saranno ammesse a partecipare alle attività del Living Lab le prime 3 proposte in graduatoria, che abbiano raggiunto un punteggio minimo di 60 punti. In caso di parità di punteggio sarà data priorità alla proposta arrivata prima cronologicamente rispetto alla scadenza.

Al termine delle attività previste dal Living Lab i partecipanti consegneranno un Activity Report che descriverà le attività svolte e gli output relativi. In occasione di un evento di premiazione e disseminazione le tre proposte saranno presentate alla Commissione di esperti qualificati che assegnerà punteggi sulla base di quattro criteri (livello tecnico, innovatività, implementazione e replicabilità, modello di business).

Saranno premiate le proposte sulla base del punteggio ottenuto in graduatoria e che abbiano ottenuto un punteggio minimo pari a 60 punti.

COSA OFFRE IL LIVING LAB DI LAZIO INNOVA

– Partecipazione alle attività del Living Lab in un percorso di Open Innovation con i principali stakeholder interessati, finalizzato all’introduzione di tecniche di monitoraggio da satellite e da drone per il controllo di attività estrattive.

– Alle proposte che, a completamento delle attività del Living Lab, avranno ottenuto il punteggio più alto rispetto ai richiamati criteri di valutazione, con un minimo di 60 punti, saranno riconosciuti i seguenti premi: primo classificato: premio in denaro di 7.500 euro; secondo classificato: premio in denaro di 5.000 euro; terzo classificato: premio in denaro di 2.500 euro.

Qualora non già preesistente una sede legale o sede operativa nel Lazio, l’avvio di almeno una sede operativa nel Lazio nel termine di 60 giorni dalla data di aggiudicazione finale dei suddetti premi costituisce requisito obbligatorio per tutte le imprese selezionate, sia in forma semplice che in caso di gruppo, ai fini della concessione ed erogazione dei premi.

MODALITÀ DI CANDIDATURA A LAZIO INNOVA

Le imprese interessate potranno partecipare alla Call compilando l’apposito Application Form “Living Lab di micro-innovazione aperta – Dati satellitari e droni per il monitoraggio ambientale”, che potete scaricare qui.

L’Application Form compilato in ogni sua parte e i relativi allegati dovranno essere inviati in formato pdf firmato dal legale rappresentante dell’impresa proponente e delle imprese del gruppo proponente, esclusivamente tramite email all’indirizzo [email protected], indicando nell’oggetto la dicitura “Candidatura al Living Lab di micro-innovazione aperta – Dati satellitari e droni per il monitoraggio ambientale”.

I termini per la presentazione delle candidature sono aperti fino alle ore 18.00 del 9 settembre 2021.

Le comunicazioni e la documentazione relative al percorso avverranno, a tutti gli effetti di legge, tramite la casella di posta email: [email protected]. Ciascun partecipante dichiara e garantisce che la propria impresa si impegna a individuare il personale aziendale maggiormente qualificato per garantire la migliore riuscita delle attività.

 

Articoli Correlati