Lidar droneNews 

Lidar drone per prevenire gli incendi

Tempo di lettura: 3 minuti

Lidar drone per prevenire gli incendi sempre più diffusi in giro per il mondo, anche a causa del continuo cambiamento climatico del pianeta Terra. Il drone, in questa circostanza si configura come uno strumento di indagine e di prevenzione.

Diversi studi hanno predisposto l’utilizzo di un drone dotato di Lidar (Light Detection and Ranging) unitamente a camere ottiche ad alta risoluzione che ha volato in aree boschive particolarmente soggette ad incendi. Leggete anche “DJI L1 il nuovo lidar per droni professionali”.

I risultati di queste operatività hanno mostrato che i dati estrapolati dai voli del Lidar drone possono prevedere le zone che saranno più colpite rispetto ad altre da eventuali incendi. Gli effetti degli incendi non sono uniformi, alcune zone possono bruciare più facilmente e velocemente rispetto ad altre, in base alla tipologia di pianta, di fogliame e ovviamente anche del periodo dell’anno. Capire il più possibile approfonditamente la gravità e la distribuzione di un incendio all’interno di una foresta può aiutare ad aumentare la prevenzione e migliorare le possibilità di un contenimento efficace dello stesso.

Le immagini di una camera visibile montata su un drone non ha quella capacità penetrativa (specialmente in boschi di sempreverdi o di chiome molto ampie) di un lidar. I lidar su droni possono raggiungere molto più facilmente il terreno, anche in situazioni particolari e raccogliere una molteplicità di dati.

Uno degli studi più importanti sulla prevenzione degli incendi tramite l’utilizzo di lidar è quello promosso da un team di ricerca dell’Università di Toledo che ha esaminato l’area di Yeste in Spagna. Il rilevamento è stato analizzato ed elaborato tramite il software LidarViewer Pro di Routescene. Grazie a questo studio è stato possibile capire molti aspetti dell’evoluzione di un incendio, creando anche appositi modelli digitali del terreno.

Lo studio ha visto anche l’analisi approfondita dei danni che il fuoco crea alla chioma degli alberi, alla struttura portante ed al terreno, tramite la distinzione selettiva dei cambiamenti dell’indice dell’area fogliare e delle successive modifiche del sottobosco.

Olga Viedma del Dipartimento di Scienze Ambientali, Università di Castilla-La Mancha in Spagna ha commentato: “Il rilevamento Lidar Drone, con il suo livello di dettaglio, è stata la miglior scelta tecnologica per esaminare ulteriormente i livelli di danno a singoli alberi. Sono lieta di affermare che il sistema Lidar ha funzionato bene e si è rivelato molto utile”.

 

Per ulteriori informazioni su questo caso studio, potete accedere al seguente link: www.routescene.com

Per approfondimenti riguardo l’utilizzo di droni antincendio leggete i seguenti articoli:

Sciame di droni contro gli incendi;

Prevenzione degli incendi con droni.

Che cos’è un lidar per droni?

Lidar, è l’acronimo, come scritto all’inizio dell’articolo di Light Detection and Ranging, è un metodo di telerilevamento che utilizza la luce sotto forma di laser pulsato per misurare le distanze (distanza variabili) dalla Terra. Questi impulsi luminosi, combinati con altri dati, generano informazioni tridimensionali precise sulla forma della Terra e sulle sue caratteristiche superficiali del terreno.

Uno strumento lidar consiste principalmente di un laser, uno scanner e un ricevitore GPS. Aerei, elicotterie droni sono le piattaforme più comunemente utilizzate per l’acquisizione di dati lidar su vaste aree. I lidar possono essere topografici o batimetrici. Il lidar topografico utilizza tipicamente un laser nel vicino infrarosso per mappare il terreno, mentre il lidar batimetrico utilizza la luce verde che penetra nell’acqua per misurare l’elevazione dei fondali.

 

Articoli Correlati