Piantagioni di cocaina: scendono in campo i droniEsteri News 

Piantagioni di cocaina: scendono in campo i droni

Tempo di lettura: 2 minuti

Gli Stati Uniti stanno pianificando l’utilizzo di droni per spruzzare veleno che contrasti le piantagioni di cocaina in Colombia. Il progetto mira a combattere la diffusione di questi raccolti illegali che si trovano sempre più spesso sul territorio colombiano.

Grazie ai droni queste attività di contrasto alla criminalità potrebbero essere eseguite con maggior sicurezza, non mettendo a rischio la vita del personale di polizia. I droni potrebbero tra l’altro meglio identificare la presenza di queste piantagioni e mapparne con precisione la diffusione. Ancora un esempio di come i droni possano essere uno strumento di assoluta utilità per le forze dell’ordine.

Droni contro le piantagioni di cocaina

Purtroppo sul territorio della Colombia si trovano sempre più piantagioni di cocaina, un fenomeno in continua crescita. Ecco quindi che il Dipartimento di Stato americano sta studiano questo progetto per arginare il problema salvaguardando il più possibile il suo personale. L’idea sarebbe quella di utilizzare droni muniti di serbatoio per irrorare sostanze velenose che distruggano le piante di cocaina. Leggete anche “Dji Agras T10 e T30 disponibili a livello internazionale”. Si riuscirebbe così ad agire su vaste aree in tempi rapidi, senza mettere a rischio la vita degli operatori di polizia.

Vi abbiamo più volte parlato dell’utilizzo dei droni nel settore agricolo a salvaguardia delle colture, leggete anche “Olio di Palma, come i droni controllano le piantagioni”.

In questo caso, invece, le stesse potenzialità dei droni distruggerebbero le piantagioni di cocaina riducendo quindi drasticamente la produzione illegale di questa pianta. I droni potrebbero lavorare singolarmente o in sciami, comprendo aree di anche 16 ettari. Questi velivoli sono dotati di strumenti di rilevamento in grado di riconoscere ostacoli quali alberi e linee elettriche in modo da operare in tutta sicurezza.

Al momento il progetto contro la diffusione delle piantagioni di cocaina è ancora nella fase iniziale di presentazione. Occorrerà ottenere le varie approvazioni necessarie per la sua realizzazione. Il Dipartimento di Stato americano spera nel contributo delle aziende di droni per meglio definire i dettagli operativi di questa importante iniziativa.

 

Articoli Correlati