Spazio aereo per droniEsteri News 

Spazio aereo per droni: il progetto GOF 2.0

Tempo di lettura: 2 minuti

Lo spazio aereo per droni è sicuramente un tema molto dirimente, da gestire nel breve periodo, anche in virtù della rapida crescita del settore droni per uso hobbystico e professionale, ma anche (e soprattutto) per lo sviluppo dei Droni Taxi per il trasporto di persone.

Spazio aereo per droni: il progetto GOF 2.0 per la valutazione di sicurezza

Abbiamo avuto modo di scrivere già diversi articoli su questo tema, le autorità un po’ di tutti i Paesi si stanno muovendo – seppur lentamente – per apportare una regolamentazione in grado sia di sviluppare il settore ma anche salvaguardare la sicurezza dei cieli, introducendo normative in grado di attribuire ai droni uno spazio aereo adeguato.

Il progetto SESAR JU GOF 2.0 dedicato appositamente all’integrazione di droni e droni taxi nello spazio aereo urbano, sta procedendo ad una serie di eventi dedicati alla valutazione del volo dei droni nei cieli, e di quanto essi possano impattare sul normale e tradizionale traffico aereo, a tal proposito leggete “Servizi U-Space per droni in Italia”. Il progetto GOF 2.0 al momento è composto da 15 entità che da tempo si occupano di droni.

Le diverse dimostrazioni che verranno svolte nei prossimi mesi in diversi Paesi europei (Estonia, Finlandia, Polonia e Austria) si svilupperanno in modo tale da verificare molto approfonditamente tutta la architettura ad oggi disponibile sul mercato dei droni e droni Taxi, valutando le metodologie di volo, gli standard comunicativi “aria-terra” al fine – come scritto prima – di ottenere un protocollo incentrato sulla sicurezza dello spazio aereo per droni, attivando in modo esaustivo il cosiddetto “U-Space”.

Qui di seguito elenchiamo il programma delle diverse dimostrazioni che si svolgeranno nel corso del 2021 e 2022, anche grazie alla collaborazione del produttore di droni taxi Ehang, leggete anche “Ehang VT30 per una mobilità urbana innovativa”.

2 settembre 2021 – Tartu (Estonia). Volo in 5 differenti scenari ad altezze sopra i 150 metri, qui di seguito l’articolo riferieto all’evento “Primo volo BVLOS di droni taxi in Estonia”.

13 settembre – Tallinn (Estonia). Volo in 6 differenti scenari, con diversi droni ad una altezza inferiore ai 120 metri, caricati con materiale. Voli inaspettati di elisoccorso con gestione della situazione.

Helsinki (Finlandia). Test di 6 scenari differenti, con droni in volo che trasportano materiale ad una altezza superiore ai 150 metri con traffico aereo in arrivo e in partenza dall’aeroporto internazionale.

Kąkolewo (Polonia). Test di volo in 5 scenari di lunga durata ad una altezza superiore ai 150 metri.

Klagenfurt (Austria). Cinque scenari di volo adibiti a test di sorveglianza in aera urbana ad una altezza massima di 120 metri.

Nel 2022 si terranno una serie di “roadshow” in Svezia, Danimarca e Lettonia. Lo scopo dei Roadshow è dimostrare la scalabilità dell’architettura GOF2.0, rispetto lo spazio aereo per droni, operando un sottoinsieme degli scenari pianificati in tre paesi di membri selezionati del comitato consultivo.

 

Articoli Correlati