Sei qui
Drone per la prevenzione di catastrofi ambientali News 

Drone per la prevenzione di catastrofi ambientali

Drone per la prevenzione di catastrofi ambientali grazie al progetto “Retralags” che sarà presto operativo nella piccola cittadina turistica di Orbetello in Toscana.

Il bando appositamente predisposto dal comune di Orbetello, del valore di circa settanta mila euro, prevede appunto l’affidamento del servizio di monitoraggio della laguna di Orbetello attraverso l’utilizzo di un apposito drone al fine di poter controllare in modo preciso e sistematico i diversi parametri ambientali della laguna e per effettuare rilevamenti barometrici specifici.

L’obiettivo principale della operatività del drone è quella di prevenire, o meglio ancora evitare le catastrofi ambientali, come per esempio quella dello scorso 2015, quando si verificò una massiccia moria di pesci.

L’assegnazione del bando scadrà il prossimo 23 aprile 2018, secondo le modalità pubblicate nella gara d’appalto pubblicata sui canali istituzionali del comune di Orbetello.

Il drone per la prevenzione di catastrofi ambientali, secondo le autorità dovrà anche fornire una serie di dati che possano facilitare la gestione, la manutenzione e lo sviluppo cooordinato della laguna orbetellana, che rappresenta un luogo molto importante di tutta la comunità residente.

Negli ultimi anni, le autorità locali hanno predisposto numerosi provvedimenti volti alla salvaguardia lagunare, essendo un ecosistema molto sensibile e delicato alle mutazioni ambientali quali alterazioni di temperatura che provoca una massiccia proliferazione di alghe con successiva moria di pesci per mancanza di ossigeno presente in acqua.

L’iniziativa del drone per la prevenzione di catastrofi ambientali, come scritto prima, fa parte del progetto “Retralags”, acronimo di “REte TRAnsfrontaliera delle LAGune, dei laghi e degli Stagni” finanziato dall’Unione Europea.

L’obbiettivo del progetto è quello di assistere lo sviluppo di un modello di gestione sostenibile dei sistemi lagunari e lacuali dello spazio di cooperazione transfrontaliero attraverso l’attivazione di un insieme coordinato e sistemico di interventi finalizzati alla predisposizione e all’attuazione di un piano d’azione congiunto per migliorare l’efficacia delle iniziative pubbliche a sostegno della tutela e della valorizzazione del patrimonio eco-sistemico dei laghi, delle lagune e degli stagni.

Anche in questa occasione i droni rientrano come tecnologia strategica ed innovativa della salvaguardia del territorio. A conclusione dell’articolo vi consigliamo la lettura di interessati post riguardanti l’utilizzo di droni in ambito ambientale.

 

Articoli Correlati