Droni DJI: nuove restrizioni in America da FCCEsteri News 

Droni DJI: nuove restrizioni in America da FCC

Tempo di lettura: 2 minuti

Droni DJI: nuove restrizioni in America da FCC, continuano i problemi per il produttore cinese, leader nel settore.

La notizia è apparsa oggi su diverse testate giornalistiche americane, anche di rilievo come Reuters, i quali sostengono che un membro repubblicano della Federal Communications Commission (FCC) ha dichiarato che il regolatore delle telecomunicazioni degli Stati Uniti avvierà un nuovo procedimento per imporre nuove restrizioni ai droni DJI.

Droni DJI: nuovi problemi per il colosso cinese produttore di droni

Queste notizie non sono certo nuove, le abbiamo già trattate diverse volte sul nostro blog, l’ultimo in ordine cronologico è il seguente post che linkiamo qui di seguito e vi consigliamo di leggere: “I droni Dji ritornano nella lista nera americana”.

Il commissario della FCC Brendan Carr ha affermato che l’agenzia dovrebbe adottare misure per aggiungere DJI, il più grande produttore di droni al mondo, alla cosiddetta “Lista coperta” che vieterebbe l’utilizzo del denaro pubblico americano per l’acquisto di droni del colosso cinese.

DJI, che rappresenta oltre il 50% delle vendite di droni statunitensi, ha affermato che i suoi “droni sono sicuri e protetti per operazioni critiche e sensibili… I nostri clienti sanno che i droni DJI rimangono i prodotti più capaci e più convenienti per un’ampia varietà di usi, compreso il delicato lavoro industriale e governativo”. In effetti, il concetto di sicurezza per Dji sembra essere sempre più preponderante, vedasi l’ultimo aggiornamento firmare del drone Dji Matrice 300 RTK che vede diverse features di sicurezza, a tal proposito leggete anche “Aggiornamento firmware DJI Matrice 300 RTK”.

Lo scorso marzo, la FCC ha individuato cinque società cinesi come una minaccia per la sicurezza nazionale ai sensi di una legge del 2019 volta a proteggere le reti di comunicazione statunitensi, le aziende coinvolte erano Huawei Technologies Co, ZTE Corp, Hytera Communications Corp <002583.SZ), Hangzhou Hikvision Digital Technology Co e Zhejiang Dahua Technology Co.

“I droni DJI e la tecnologia di sorveglianza a bordo di questi sistemi raccolgono grandi quantità di dati sensibili, di tutto, dalle immagini ad alta risoluzione di infrastrutture critiche alla tecnologia di riconoscimento facciale e ai sensori remoti in grado di misurare la temperatura corporea e la frequenza cardiaca di un individuo”, ha affermato Carr in una dichiarazione. “Non abbiamo bisogno di una versione aerea di Huawei”.

A dicembre 2020, DJI è stato aggiunta dal Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti alla lista nera economica del governo degli Stati Uniti.

Insomma per i droni DJI in America non sarà un periodo semplice, la situazione è in netta evoluzione, vi terremo aggiornati sulle future news al riguardo….

 

Articoli Correlati