Droni sottomariniNews 

Droni sottomarini per monitorare la posidonia in Liguria

Tempo di lettura: 2 minuti

Droni sottomarini per monitorare la Posidonia in Liguria, un innovativo progetto promosso dall’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente ligure e dal Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Pisa.

I monitoraggi della Posidonia (importante e pregiata pianta acquatica per la biodiversità marina e della difesa dall’erosione costiera) si svolgeranno nelle acque antistanti San Michele di Pagana, frazione del comune di Rapallo in provincia di Genova.

I monitoraggio sono iniziati da pochi giorni, grazie anche alle ottimali condizioni meteorologiche. A supporto dei droni sottomarini si è utilizzato anche un drone aereo, nello specifico il Dji Mavic 2 Pro (Leggete anche “Camera Hasselblad del drone Dji Mavic 2 Pro” e “Dji Mavic 2 Pro: le domande più frequenti”).

Droni sottomarini

Il drone sottomarino utilizzato per i monitoraggi è il drone Zeno, abbiamo già avuto modo di scrivere un articolo riguardo questo drone, realizzato dal Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Firenze e dallo spin off MDM Team, utilizzato diverso tempo fa anche per archeologia subacquea. Per approfondimenti leggete anche il seguente articolo: “Drone Zeno per archeologia subacquea”.

Zeno è dotato di un sistema avanzato di sensoristica che gli permette anche di pianificare specifiche missioni subacquee oltre che ovviamente riprendere il fondale tramite una apposita videocamera. Zeno è inoltre dotato di un sonar, così da poter captare anche suoni, le onde acustiche infatti viaggiano più agevolmente nell’acqua, ed è possibile ricostruire una scansione del fondale anche analizzando i dati acustici raccolti dal drone sottomarino. Leggete anche “Drone subacqueo per la protezione della barriera corallina”.

Per maggiori informazioni, e per vedere il drone in azione potete guardare il video qui sotto.

 

Articoli Correlati